“Lungo il Binario della musica” è lo slogan che identifica la seconda edizione di Rotation stage, la festa della musica di Cotignola, in programma venerdì 21 giugno dalle 20 nel giardino del teatro Binario, in viale Vassura 20.

Oltre cento musicisti suoneranno insieme guidati da spirito di aggregazione e condivisione, per superare le differenze e “fare musica insieme”: cantanti, chitarristi, batteristi, bassisti, tastieristi e coristi, dai 12 agli oltre 60 anni di età, si alterneranno sul palco e comporranno band sempre nuove, per dare vita a una scaletta di 25 brani che hanno fatto la storia del rock, tra Nirvana, Prince, Guns N’ Roses, Doors, Michael Jackson, Anouk, Queen, Rolling Stones. Per alcuni pezzi non mancheranno effetti particolari e coreografie.

È prevista la partecipazione di alcuni allievi della scuola di musica “Luigi Varoli” di Cotignola. La serata sarà presentata da Fabio Pignatta e Mirka Sacher. La serata sarà arricchita da alcune proposte di street food e bevande, a cura di Cambio Binario. L’ingresso è libero e gratuito.

“Siamo ben felici di riproporre questo evento, dopo il successo dello scorso anno, con ancora più musicisti, che arriveranno soprattutto dalla Romagna ma anche dall’Emilia e dalla Lombardia – raccontano gli organizzatori Ivan Alessandroni, Marco Altieri e Renzo Ballardini -. È nato tutto lo scorso anno da una chiamata di Maurizio Casadio, presidente dell’associazione Cambio Binario che gestisce il teatro in convenzione con il Comune di Cotignola. Siamo tutti volontari, organizzatori e musicisti, e la soddisfazione più grande è vedere i ragazzi più giovani che raccolgono i consigli dei più esperti, senza alcuna competizione o rivalità. Vorrei ringraziare le attività locali che ci hanno supportato in tutto questo”.

Per ulteriori informazioni, chiamare il 342 5176890, Facebook “Rotation Stage Cotignola”.

Il 21 giugno del 1982, con l’iniziativa ideata dal Ministero della Cultura francese, in tutta la Francia, musicisti dilettanti e professionisti invadono strade, cortili, piazze, giardini, stazioni, musei. Dal 1985, Anno europeo della musica, la Festa della musica si svolge in Europa e nel mondo. Dal 1995, Barcellona, Berlino, Bruxelles, Budapest, Napoli, Parigi, Praga, Roma, Senigallia sono le città fondatrici dell’Associazione europea Festa della musica. Dal 2002, grazie al lavoro fatto dalla Aipfm (Associazione Italiana per la promozione della Festa della musica), in Italia hanno aderito più di 280 città. Tantissimi concerti di musica dal vivo si svolgono ogni anno, il 21 giugno, in tutte le città, principalmente all’aperto, con la partecipazione di musicisti di ogni livello e genere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.