L’ex mezzofondista cesenate Margherita Magnani delle Fiamme Gialle, consigliere FIDAL, è il nuovo presidente del Comitato sportivo atletica leggera nell’ambito del Consiglio Internazionale dello Sport Militare

Margherita Magnani è una mezzofondista italiana. È stata cinque volte campionessa italiana assoluta sui 1500 metri, due volte campionessa italiana assoluta sui 3000 metri e detiene il record italiano assoluto sui 1000 metri indoor.

In occasione della 76esima Assemblea Generale del CISM (Conseil International du Sport Militaire), a Lanzarote, nelle Isole Canarie, il Consiglio direttivo ha eletto Margherita Magnani come nuovo presidente del Comitato sportivo dell’atletica leggera per il quadriennio 2021-2025. La rappresentante delle Fiamme Gialle, attuale consigliere della Federazione Italiana di Atletica Leggera, ha ricevuto 9 voti sui 17 presenti (19 gli aventi diritto), superando al primo turno gli altri quattro candidati appartenenti alle nazioni di Russia, Pakistan, Tanzania e Tunisia.

La trentaquattrenne romagnola, sette volte campionessa italiana assoluta del mezzofondo e in gara alle Olimpiadi di Rio 2016 nei 1500 metri, rivestirà un incarico molto prestigioso, succedendo a nomi eminenti del mondo dello sport militare quali il qatariano Mohamed Suleiman (medaglia di bronzo sui 1500 metri alle Olimpiadi di Barcellona 1992) e il Generale Vincenzo Parrinello (comandante del Gruppo Polisportivo Fiamme Gialle).

“Sono decisamente onorata di essere stata eletta presidente – le parole di Margherita Magnani – In considerazione delle nazioni aderenti, il Comitato tecnico dell’atletica leggera è senza dubbio uno tra i più prestigiosi, oltre a rivestire una notevole importanza anche per la realtà italiana, in cui una buona parte degli atleti della nazionale sono arruolati in gruppi sportivi militari. Ritengo che questo mio nuovo incarico sia un motivo di orgoglio per le Fiamme Gialle, per la Federazione Italiana di Atletica Leggera e per lo Stato Maggiore della Difesa che ha scelto di darmi fiducia, appoggiando questa mia candidatura. Mi attende una sfida molto impegnativa, all’insegna della ripartenza dopo un periodo molto difficile a causa della situazione epidemiologica. L’ultima manifestazione di atletica leggera CISM sono stati i Giochi Mondiali militari di Wuhan (ottobre 2019) ma nel 2022 conto che il calendario internazionale possa ripartire come da programma, impegnandomi in tal senso”.

Fondato in Francia nel 1948, Il Consiglio Internazionale dello Sport Militare è attualmente una delle più importanti organizzazioni multidisciplinari al mondo (riconosciuta ufficialmente dal CIO), il cui obiettivo principale è la diffusione dello sport, mediante la programmazione di eventi sportivi per gli appartenenti delle forze armate dei suoi 140 stati membri. Il dottor Gianni Gola, Generale in congedo della Guardia di Finanza e attuale presidente onorario della FIDAL, ha rivestito l’incarico di presidente del Comitato sportivo per l’atletica leggera dal 1990 al 1998, per poi essere successivamente nominato presidente e ambasciatore dell’intera istituzione dal 1998 al 2010.

I venticinque Comitati sportivi CISM, composti da un presidente e almeno altri quattro membri in rappresentanza dei diversi continenti, sono responsabili degli aspetti tecnici, organizzativi e promozionali concernenti i loro sport; nell’attuale composizione del Consiglio Internazionale dello Sport Militare, solo un’altra donna riveste l’incarico di presidente di Comitato (la canadese Marilyne Lafortune nella scherma), mentre la delegazione italiana in ambito internazionale risulta rappresentata anche dal T. Col. dell’Esercito Walter Borghino (presidente della Sport Commission del Consiglio Direttivo).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.