Dai domiciliari al carcere. Lui è il congolese 31enne che il due luglio scorso, dopo aver rubato una Toyota, (alterato tra l’altro in maniera psichica e fisica), aveva causato “il filotto” su viale Carducci a Cesenatico. A forte velocità, con l’incrocio di via Dante, aveva perso il controllo dell’auto andando a sbattere contro una Mercedes (l’uomo a bordo di questa era rimasto ferito), e successivamente contro una Audi, per terminare la corsa contro un’altra auto in sosta. Aveva cercato di fuggire ma era stato bloccato dai carabinieri; gli stessi erano stati aggrediti dall’uomo con pugni e sputi, ma erano riusciti ad arrestarlo. Dopo l’arresto, il giudice aveva deciso per la misura dei domiciliari. Ma il congolese trasgrediva puntualmente la prescrizione; i militari lo avevano dunque segnalato all’autorità. Così il 29 scorso lo hanno arrestato (c’è stato il decreto di sostituzione dai domiciliari al carcere) e da ieri si trova dietro le sbarre.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.