Il 20 marzo 2024, all’esito di articolata attività investigativa, i militari della Stazione Carabinieri di Cesenatico hanno arrestato nella flagranza del reato, una 63 enne responsabile di una struttura per pazienti psichiatrici, per il reato di maltrattamenti contro familiari e conviventi.

L’indagine, partita dalla denuncia sporta da una dipendente della struttura, che riferiva di violenze fisiche e psicologiche messe in atto dalla 63 enne nei confronti di uno degli ospiti, ha consentito di documentare, mediante attività tecniche di intercettazione audio-video all’interno dell’appartamento, sia violenze fisiche, consistenti in schiaffi, strattonamenti, strette al collo e percosse, che psicologiche, quali offese alla sfera fisica e mentale, minacce e soprusi, consistiti, fra l’altro, nel non farlo sedere sul divano come gli altri ospiti, non fargli finire alcuni pasti, chiudergli il bagno a chiave per impedirgli l’accesso, cercare di non farlo dormire, agiti dalla responsabile della struttura nei confronti di un 53 enne con problemi psichiatrici, tutti volti a ledere la dignità e l’identità dell’uomo e a limitarne la sfera di autodeterminazione. A seguito dell’ultimo episodio di violenza, captato in diretta, i militari sono immediatamente intervenuti presso la struttura arrestando in flagranza di reato la donna. All’esito della convalida dell’arresto, la 63 enne è stata sottoposta agli arresti domiciliari.

Previous articleSarsina, premiato il prete falegname che crea arredi in legno vecchio per chiese
Next articleNautica, Paulo Ucha Longhin vince la Superyacht Chef Competition a Monaco

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.