Prosegue da un paio di anni il controllo elettronico della velocità lungo i tratti di strada ritenute più a rischio nel territorio di Cesenatico con l’ausilio dei Velo ok, ovvero con postazioni mobili e temporanee, dislocate in dieci punti lungo il reticolo viario cesenaticense.

Nel pomeriggio di mercoledì 29 maggio sono state accertate, complessivamente, 46 violazioni per eccesso di velocità in Via Cesenatico, (18 sanzioni, di cui 7 con decurtazione di 3 punti sulla patente, su un transito di 521 veicoli); poi in Via Canale Bonificazione (26 sanzioni, di cui 3 con decurtazione di 3 punti, nell’ambito di 248 veicoli controllati) e, infine, in Via Fenili dove le sanzioni per il superamento del limite di velocità sono state 2, senza alcuna sanzione accessoria, e i veicoli controllati 261. 

In questi casi, il Codice della Strada stabilisce quattro fasce distinte e progressive per l’applicazione delle sanzioni, a seconda della velocità accertata in eccesso: non oltre i 10 km/h dal limite, la sanzione pecuniaria è di 42 €; oltre 10 km/h, ma non oltre i 40 km/h dal limite, la sanzione è pari a 173 € con decurtazione di 3 punti dalla patente; superando i limiti massimi di velocità di oltre 40 km/h, ma di non oltre 60 km/h, la sanzione è di 544 € con l’aggiunta della sanzione accessoria della sospensione della patente da 1 a 3 mesi, e 6 punti in meno nel documento di guida (in caso di recidiva nei due anni successivi la patente viene sospesa da 8 a 18 mesi); infine, procedendo con una velocità di oltre 60 km/h dal limite, la sanzione pecuniaria è pari a 847 €, con sospensione della patente da 6 a 12 mesi e 10 punti in meno sul titolo di guida, (se v’è la recidiva nei due anni successivi, la sospensione della patente va da 8 a 18 mesi e, in caso di ulteriore violazione, scatta la revoca della patente). 

“Le insolite condizioni meteorologiche di questo mese hanno fatto ritardare questi controlli della velocità – commenta Matteo Gozzoli, Sindaco di Cesenatico – ma la campagna finalizzata al miglioramento della sicurezza stradale sul nostro territorio comunale continua e gli effetti registrati in questi due ultimi anni sono, senz’altro, positivi. 

E questo in termini di prevenzione e sicurezza della viabilità, visto che gli importi delle sanzioni applicate e riscossi, sono poco significative. La scelta delle postazioni per l’accertamento della velocità – aggiunge il Sindaco – è in funzione delle richieste di interventi da parte dei cittadini-residenti, tenendo conto anche dell’incidenza dei sinistri e della pericolosità in genere di determinati tratti stradali. Questi vengono controllati anche con il sistema “targa system”, strumento finalizzato a garantire sicurezza ai cittadini e agli utenti della strada, in termini di verifica della copertura assicurativa e revisioni dei veicoli in circolazione, o addirittura con l’intercettazione di veicoli oggetto di furto. Infine – conclude Gozzoli – viene utilizzato anche il  teleaser, con la contestazione immediata delle violazioni, in associazione ai controlli sull’utilizzo irregolare alla guida dei telefoni cellulari, responsabile della maggior parte dei sinistra stradali”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.