Due performers in scena, ma non si tratta di uno spettacolo su di loro. Riguarda tutti. Si tratta di quei momenti, tra il caffè e la danza, in cui l’armonia ci abbandona e tutto quello che ci resta è il desiderio di urlare. Si tratta di una performance e di un luogo in cui immaginare in che modo le cose potrebbero essere diverse da come sono. Una semplice stanza per tutti i nostri domani. A room for all our tomorrows è il titolo dello spettacolo di Igor & Moreno in programma domenica 31 marzo e che apre il calendario di spettacoli dedicati alla danza al Teatro degli Atti. Un ciclo di appuntamenti che fa parte del palinsesto di E’ BAL – palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea, un progetto sostenuto da ATER – Circuito Regionale Multidisciplinare dell’Emilia Romagna e che da novembre sta proponendo spettacoli, masterclass, residenze creative in nove teatri del territorio romagnolo. Un nuovo circuito dedicato alla coreografia che coinvolge alcune delle principali realtà del territorio che portano sul palco artisti di diverse generazioni ed estetiche.

Ph.Alicia Clarke

Moreno Solinas e Igor Urzelai si incontrano nel 2006, studiano alla London Contemporary Dance School (The Place) dove iniziano a collaborare. Nel 2007 co-fondano BLOOM! Dance Collective e nel 2012 creano la compagnia Igor and Moreno. I loro lavori indagano la natura umana, le persone e tutte quelle componenti che rendono l’uomo un animale speciale. Gli elementi della loro ricerca sono il corpo in movimento e l’immediatezza dell’azione come veicolo di significati, idee e desideri. L’intento che Igor and Moreno si prefiggono è rivendicare il ruolo del Teatro come spazio di aggregazione e condivisione tramite le proprietà catartiche dello spettacolo dal vivo. Hanno presentato i propri lavori in gran parte dell’Europa, negli Stati Uniti e in Cile, ottenendo riconoscimenti di pubblico e istituzionali. Sono attualmente collaboratori del The Place (Londra) all’interno del programma artisti associati “Work Place”. Dal 2016 la compagnia è sostenuta da TIR Danza.  A Room For All Our Tomorrows è stato selezionato per la NID Platform 2017 e la British Dance Edition 2016. Al termine dello spettacolo incontro con la compagnia a cura di [collettivo] c_a_p.

Muta Imago

Il programma riminese di E’ Bal prosegue giovedì 4 aprile (ore 21) con il Combattimento messo in scena da Muta Imago, compagnia che si muove tra Roma e Bruxelles guidata da Claudia Sorace, regista, e Riccardo Fazi, drammaturgo e sound designer. L’amore come guerra, la seduzione come conquista, il desiderio come mistero, perdita di sé: lo spettacolo ruota intorno ai corpi delle due performer e alla loro relazione, per condividere con il pubblico l’esperienza dell’uscire da se, trasformarsi e incontrare l’altra. Doppio spettacolo giovedì 11 aprile tra la Sala Pamphili e il Teatro degli Atti: apre alle 21 Daniele Ninarello con Kudoku, dove il coreografo incontra un compositore; ad accompagnare la danza sarà la musica dal vivo del sax tenore di Dan Kinzelman. A seguire Manfredi Perego propone Primitiva, una ricerca incentrata sugli elementi primari che abitano la corporeità, un viaggio mnemonico all’interno della più antica percezione di sé, quella animalesca, impulsiva e fragile.

Info biglietti. Spettacoli progetto E’ Bal (31 marzo, 4 aprile e 11 aprile): 10 euro (under 30 ridotto 5 euro). La biglietteria del Teatro Galli (piazza Cavour 22) è aperta dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 14.00 il martedì e il giovedì anche dalle 15 alle 17.30. Telefono: 0541 793811.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.