Martedì 11 giugno, alle ore 22, nel giardino della Fiasca, via G. Oberdan 38, a Forlì, tornano per il secondo concerto con il nuovo line up, Vince & the Rebels, nati dall’incontro tra il grande percussionista Vince Vallicelli e due membri dei Rebel Cats, la storica formazione rockabilly del panorama forlivese e italiano che con il festival internazionale “Mister Rock and Roll”, nel 1985, diede il via a un fenomeno divenuto poi il celebre Jamboree Festival. La formazione di Vince & the Rebels comprende: Paolo Domeniconi, voce e chitarra, Stefano Prati, chitarra solista, Vince Vallicelli alla batteria e Mattia Montesi al contrabbasso.

L’idea del super gruppo è nata qualche mese fa con l’innesto alla batteria di Vince Vallicelli, uno dei più apprezzati batteristi della scena musicale italiana, che ha permesso il felice connubio tra influenze blues e le frenetiche e spumeggianti sonorità tipiche del rockabilly. Il repertorio proposto dal vivo spazia tra brani originali della band, come “Good morning Teds“, e cover di grandi classici di Carl Perkins, Richie Valens, Jimi Hendrix, Elvis Presley, Dale Hawkins, con Vince Vallicelli a dettare i tempi e a condurre i Rebels nelle sterminate e affascinati praterie delle dodici battute del blues.

Dopo aver collaborato con Gianna Nannini, Eugenio Finardi e tanti altri, Vince Vallicelli incontra Andy J. Forest e immediatamente viene rapito dal blues. Insieme con il chitarrista e cantante statunitense partecipa a tutti i maggiori blues festival europei e americani e comincia a suonare con grandi nomi del genere musicale, fino a formare un ensemble tutto suo: la Vince Vallicelli Band. L’incontro con i Rebels e la comune passione per blues e rock’n’roll fa scoccare la scintilla che conduce verso nuove sonorità.

Vince Vallicelli

Vince Vallicelli ci racconta brevemente com’è avvenuto l’incontro: «Quando i Rebel Cats mi hanno chiesto di far parte di questo nuovo progetto ho risposto che ero molto interessato e che mi sarebbe piaciuto unire le due esperienze: la mia blues con la loro rockabilly. Il blues è poi un po’ la mamma di tutto: jazz, folk, rock’n’roll… insomma il blues sta alla base dell’albero musicale. L’intento perciò è di mantenere quelle dinamiche e il groove, quella specifica onda musicale, con il progetto di comporre in seguito brani originali addirittura in italiano. Come dicono in tanti, io sono un vulcano e credo di averli un po’ stravolti. In ogni caso è davvero molto bello per me, che da anni sto compiendo un lavoro di ricerca sul nostro dialetto, suonare con loro che sono tutti musicisti romagnoli molto bravi, con i quali mi trovo benissimo soprattutto a livello umano».

Paolo Domeniconi, voce e chitarra

Interessante è ripercorrere le tappe fondamentali della storia del gruppo forlivese capitanato dal frontman Paolo Domeniconi. I Rebel Cats sono stati fondati nel lontano 1983. Il gruppo originale era formato da Paolo Domeniconi, voce e chitarra, Stefano Prati, chitarra solista, Paolo Peddis alla batteria (scomparso nel 2013), e Fabio Signorelli al contrabbasso.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.