Carolina Raspanti grande amica di Cervia è la protagonista del film che ha riscosso grande successo al Festival di Berlino. La scrittrice e attrice di Lugo è da anni particolarmente affezionata a Cervia, grazie anche al CRAL del comune che l’ha sempre sostenuta e ha creduto in lei. Il film “Dafne” sarà proiettato nella sala Sarti a Cervia martedì 23 e mercoledì 24 aprile. Nella serata di martedì 23 aprile alle ore 21.00 sarà presente anche Carolina Raspanti, grande amica di Cervia, protagonista del film che ha riscosso grande successo al Festival di Berlino.

Il film “Dafne” presentato nella sezione Panorama al Festival Internazionale del Cinema di Berlino dal 7 al 17 febbraio, ha vinto il premio FIPRESCI (Federazione Internazionale della Stampa Cinematografica) con la seguente motivazione: “per il ritratto toccante e profondamente umano  di una figlia coraggiosa e del suo amorevole padre che cerca di superare il dolore e per le indimenticabili interpretazioni di Carolina Raspanti e Antonio Piovanelli”.

Dafne è una giovane donna con sindrome di Down che deve affrontare la perdita della madre e le conseguenze che tale evento porta sugli equilibri familiari e in particolare nel padre. Insieme condivideranno un viaggio verso il paese natale della madre, che diventerà una preziosa occasione per mettersi in gioco e scoprirsi reciprocamente.

A interpretare Dafne, nell’omonimo film diretto da Federico Bondi, è proprio Carolina che ha la sindrome di Down, affiancata dagli attori Antonio Piovanelli e Stefania Casini. Prodotto da Vivo film con Rai Cinema e con il contributo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali (Direzione Generale Cinema) l’opera è stata patrocinata sia dall’AIPD (Associazione Italiana Persone Down) che dal Comitato Sibling (Fratelli e Sorelle di persone con disabilità).

Carolina ha scritto anche due libri: “Questa è la mia vita” e “Incontrarsi e conoscersi: ecco il mondo di Carolina” ed entrambi i testi sono stati arricchiti dalle prefazioni dell’illustre pedagogista Prof. Andrea Canevaro. Carolina Raspanti così si descrive in uno dei suoi libri: “sono una normalissima ragazza e il fatto di essere Down non mi pesa per niente”. E’ nata il 10 gennaio 1984 a Lugo, dove si è diplomata all’Istituto Professionale indirizzo operatore turistico, lavora assunta all’Ipercoop di Lugo.
Grazie alla sua generosità, Carolina contribuisce allo sviluppo di progetti a favore di ragazzi diversamente abili, devolvendo tutti i recavi delle vendite dei suoi libri. Ha già donato circa 10.000 euro alla Coop. Sociale Lo Stelo di Cervia, che si occupa di ragazzi con problemi di handicap e nel suo laboratorio socio-occupazionale cura la stampa e la rilegatura dei libri.

La scrittrice e attrice di Lugo è da anni particolarmente affezionata a Cervia, grazie anche al CRAL del comune che l’ha sempre sostenuta, organizzando la presentazione dei suoi libri. Il Cervia CRAL dei dipendenti del Comune di Cervia è nato nel 2011 e ha promosso numerose iniziative fra cui gli “Incontri con gli artisti” in Teatro in collaborazione con Accademia Perduta, “Quaderni di Viaggio” in collaborazione con la Biblioteca, le mostre: “Fatto con la testa e con il cuore” e ” La forma del sentire” di Maicol Nisi della Coop. Sociale Lo Stelo e numerose altre iniziative.Queste le parole di Carolina: “Sono particolarmente affezionata a Cervia che mi ha sempre accolto con calore ed amore. E’ la prima città in cui ho presentato i miei libri e che ha sempre creduto in me, grazie anche al Cral del comune di Cervia. Qui ho trovato amici e persone sincere che mi vogliono bene”.

Carolina Raspanti a Che tempo che fa

Calendario delle proiezioni: martedì 23 aprile, ore 17 e ore 21 (sarà presente in sala la protagonista Carolina Raspanti), mercoledì 24 aprile, alle ore 21. Biglietto unico Euro 5. La direzione del Cinema Sarti consiglia la prenotazione soprattutto per la sera del 23 aprile, chiamando il numero 348.5621013.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.