Prosegue a Ravenna l’appuntamento più importante in Italia per gli appassionati di cinema di genere: Ravenna Nightmare Film Fest, dal 28 ottobre al 5 novembre 2017, presso il centrale Palazzo del Cinema e dei Congressi di Largo Firenze, presenta un ricco cartellone di proposte intrecciato, ma indipendente, a quello del festival di letteratura GialloLuna NeroNotte: eventi si alterneranno ad incontri letterari, a proiezioni di film, anteprime, appuntamenti alla presenza di celebri ospiti.

Diretto da Franco Calandrini per StartCinema in compartecipazione con il Comune di Ravenna Assessorato alla Cultura, col contributo della Regione Emilia-Romagna Film Commission, col Patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali – il Festival lunedì 30 ottobre è particolarmente dedicato all’aspetto formativo dell’intero progetto, grazie a Nightmare School, una serie di eventi pensati appositamente per gli studenti degli Istituti di ogni ordine e grado del Comune di Ravenna con l’obiettivo di promuovere nel pubblico di giovani e giovanissimi l’esperienza dell’andare al cinema.

In mattinata alle ore 10.00 ci sarà una proiezione delle proposte Nightmare Kids, pensata per le scuole primarie e Nightmare Junior, rivolta agli alunni delle scuole secondarie di primo grado, con il film d’animazione Il bambino che scoprì il mondo (2013, Brasile) di Nightmare Junior. Mentre alle ore 14.30 vi sarà l’appuntamento “L’arte del silenzio”, un incontro dedicato a tutti gli istituti secondari della città, ma aperto al pubblico, dove si parlerà di arte, con la proiezione di estratti di film del Maestro David Lynch.

L’appuntamento è una sorta di richiamo al percorso triennale del Progetto Speciale “L’arte del silenzio “ – Omaggio a David Lynch che ha avuto il suo avvio nell’edizione precedente di RNFF e che quest’anno vede coinvolto il Liceo Scientifico A. Oriani di Ravenna e la Fondazione David Lynch, in collaborazione con Ravenna Festival, e che vede lo stesso Maestro David Lynch deciso a fermarsi a Ravenna. In viaggio in Italia, Lynch sarà ospite del Liceo Scientifico A. Oriani ed incontrerà una delegazione degli studenti. Il Maestro ha scelto questa location proprio per non apparire sotto i riflettori, nell’incontro -rigorosamente a porte chiuse – parlerà esclusivamente con gli studenti dei suoi temi più cari, quali la creatività e l’arte. La docente Emanuela Serri -Liceo Scientifico A. Oriani di Ravenna- responsabile del progetto dichiara: “Il messaggio proposto dal maestro David Lynch nel suo documentario ci è parso subito di grande interesse nella prospettiva di proporre ai nostri studenti un progetto alternativo, adatto a mostrare l’indissolubile relazione tra spiritualità e cultura, creatività e realizzazione del sé. Inoltre, la partecipazione ad un evento culturale cittadino di rilievo come il Nightmare Film Festival ci ha permesso di consolidare nei ragazzi la percezione di un loro coinvolgimento attivo alla vita culturale cittadina, al fine di farli sentire protagonisti e partecipi dei propri spazi vitali, valorizzando nel contempo la loro crescita personale ed interiore. La concezione della cultura intesa come espressione della spiritualità creativa è l’idea cardine de L’Arte del silenzio che così risulta pienamente coerente con la decisione, deliberata dal Collegio dei docenti, di candidare il Liceo Scientifico al progetto PON sulle Competenze di cittadinanza globale, volto a sviluppare il benessere psicofisico dello studente in ambito scolastico”.

In serata un titolo della sezione estAsia. In collaborazione con l’Associazione A.S.C.I.G. – Associazione per gli Scambi Culturali fra Italia e Giappone e dalla quindicinale esperienza di Ottobre Giapponese, nasce estAsia, la nuova sezione del Festival dedicata ad una delle cinematografie più presenti nel cinema di genere, quella giapponese ed asiatica. Composta da alcuni suggestivi titoli filmici e da incontri con gli esponenti più significativi di quel mondo, la sezione per questa edizione verte sulla tematica “Uomo e Tecnologia”. Alle ore 21.00, i curatori Marco del Bene e Gabriele Scardovi presentano il film Robo-G di Shinobu Yaguchi. Dal più acclamato regista di commedie del Giappone di oggi una vicenda agrodolce, dai toni grotteschi, in cui un anziano – interpretato dal mitico rocker giapponese Mickey Curtis – ritrova sé stesso grazie al suo “alter ego” robotico. Proiezione a ingresso gratuito, in collaborazione con la Japan Foundation – Istituto Giapponese di Cultura di Roma.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.