Nell’ambito di Polis Teatro Festival, la compagnia ErosAntEros presenta al Teatro Rasi il nuovo spettacolo Vogliamo tutto!, in collaborazione con La stagione dei teatri / Ravenna Teatro. Vogliamo tutto! è un intenso lavoro sul Sessantotto e le sue analogie e rotture con i movimenti di oggi, che vede in scena Agata Tomsic contrappuntata da immagini video d’archivio e d’attualità, in dialogo con le musiche e la regia di Davide Sacco. Lo spettacolo è stato coprodotto da TPE – Teatro Piemonte Europa e Polo del ‘900 di Torino, in collaborazione con ErosAntEros e approda ora a Ravenna, la città della compagnia, dopo il debutto al Polo del ‘900 di Torino per Stagione TPE e le repliche al Théâtre National du Luxemborug.

Così lo spettacolo nelle parole di ErosAntEros: «L’immaginazione al potere!», «Non è che un inizio!», «La bellezza è per strada!», «Diamo l’assalto al cielo!», «Prendete i vostri desideri per realtà!». Questi sono solo alcuni degli slogan che hanno invaso le strade delle città studentesche nel Sessantotto. Un fenomeno incendiario che in diversi paesi e con modalità differenti ha provocato rivoluzioni in tutti gli ambiti della società e che viene da ErosAntEros ripercorso all’interno di un flusso di testo interpretato da una sola figura in scena. È una giovane militante in abiti contemporanei che si trova nella situazione paradossale di voler trasmettere lo slancio e la dimensione collettiva delle lotte in completa solitudine, utilizzando le parole di ieri come fossero quelle di oggi, contrappuntata da un montaggio video in cui le immagini d’archivio si mescolano a quelle odierne per far emergere rotture e analogie. Per farlo la compagnia di Agata Tomsic e Davide Sacco ha raccolto le testimonianze dei protagonisti del ‘68 e intervistato i giovani attivi nei movimenti di oggi. Le voci dei militanti contemporanei, assieme alle canzoni di lotta del passato e del presente, concorrono alla creazione di un paesaggio sonoro che trae ispirazione dalle composizioni per voce e nastro di Luigi Nono.

ErosAntEros nasce dall’unione di Davide Sacco, regista e music designer, e Agata Tomsic, attrice e dramaturg, nel gennaio del 2010. Dopo i primi lavori concentrano le proprie indagini sul ruolo dell’artista all’interno della società contemporanea, perseguendo due principali linee di ricerca: una vicina al teatro musicale e focalizzata sul rapporto tra voce e suono (Sulla difficoltà di dire la verità, 1917), l’altra fondata sull’interrogazione drammaturgica del dispositivo teatrale e sulla relazione con lo spettatore (Come le lucciole, Allarmi!). Negli ultimi anni sono stati prodotti da importanti istituzioni teatrali, quali il teatro nazionale ERT – Emilia Romagna Teatro (Allarmi!), il Ravenna Festival (1917) e TPE – Teatro Piemonte Europa (Vogliamo tutto!), portando avanti un teatro impegnato che non rinuncia al valore estetico della forma, in forte relazione con la storia, il presente e i luoghi in cui viene creato, con l’obbiettivo di agganciare il teatro alla vita e fare dell’immaginazione un’arma per trasformare il reale. Di prossima produzione, Sconcerto per i diritti, affondo vocale-musicale con l’attrice Silvia Pasello e la consulenza musicale del centro di ricerca e produzione musicale Tempo Reale, che debutterà a ottobre 2019 al Teatro Studio di Scandicci in collaborazione con il Teatro della Toscana. Dal 2018 dirigono a Ravenna Polis Teatro Festival.

BIGLIETTI: Intero 10 € | Under18, studenti universitari, titolari biglietto Laika 5 €. Prevendite: Teatro Rasi via di Roma 39 Ravenna tel. 0544 30227, aperta il giovedì dalle 16 alle 18, da un’ora prima di ogni spettacolo e su vivaticket.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.