“Vogliamo realizzare il Ponte sullo Stretto, c’eravamo quasi, poi hanno fermato tutto. Sono sicuro che vinceremo le elezioni e mi prendo questo impegno: una volta al governo faremo il Ponte”. Lo ha detto a Catania Silvio Berlusconi. “Faremo un piano Marshall per la Sicilia – ha aggiunto- con un grande piano di infrastrutture. Dobbiamo crederci, vinciamo qui e poi nel Paese. Chi ci crede, vince. In questi giorni – ha detto- fate una preghiera convinta a Sant’Agata. Con Nello Musumeci, assoluta garanzia di onesta’ e competenza, possiamo vincere”.

Dal palco delle Ciminiere di Catania, Berlusconi ha sottolineato: “La lotta alla criminalità organizzata sempre in primo piano. Bisogna riammodernare la macchina regionale, intervenire sulla competitività, varare una fiscalità di sviluppo in tutti i settori”.

“Bisogna creare delle zone per il dimezzamento della tassazione – ha aggiunto – favorendo la nascita di imprese di donne e giovani, eliminando la tassazione per alcuni anni alle start-up, ma anche ai siciliani che andati via decidono di ritornare“.

“Con Nello Musumeci – ha osservato – abbiamo discusso anche di eliminare il bollo auto. Servono nuovi porti turistici – ha proseguito – e occorre far ripartire i cantieri. E importante è aprire un casinò magari a Taormina e lavoreremo per far sì che che avremo il Ponte sullo Stretto”.

“I siciliani – ha continuato – non potranno accettare di essere dominati dal M5S dopo le tante subite nei secoli. Sono persone senza né arte né parte, che si sono trovati per caso a ricoprire cariche come quella di vicepresidente della Camera. Sono pauperisti e giustizialisti”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.