Dopo soli quattro mesi di matrimonio ha infranto il sogno della moglie che credeva di aver trovato l’uomo della sua vita: rientrato a casa nottetempo, dopo una serata trascorsa con gli amici, è stato sgridato dalla moglie che l’ha scoperto ubriaco. Per tutta risposta l’uomo ha reagito malamente picchiando la moglie che riuscita a divincolarsi, a evitato conseguenze peggiori, guadagnando la porta di casa e dandosi alla fuga. Grazie a un automobilista e successivamente ai una pattuglia dei carabinieri è stata soccorsa e condotto in ospedale dove dopo le cure del caso è stata dimessa con una prognosi di 5 giorni ecchimosi al collo e una piccola tumefazione alla mano.

Trovato ospitalità dalla madre la 28enne abitante a San Polo d’Enza si è quindi rivolta ai carabinieri del paese denunciando quanto accadutole. Al termine delle indagini i carabinieri della stazione di San Polo d’Enza con l’accusa di lesioni personale hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria il marito, un 30enne residente a Campogalliano. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri di San Polo d’Enza che hanno condotto le indagini il 30enne, uscito da casa per trascorrere una serata tra amici, ha fatto rientro a casa visibilmente ubriaco a seguito deluso smodato di bevande alcoliche. Una condizione quella dell’uomo non accettata dalla moglie che constatato lo stato in cui versava il marito ha esternato la sua contrarietà a tale condotta rimanendo vittima della furiosa reazione del coniuge. Il marito, di Campogalliano, è stato denunciato per lesioni.

Quest’ultimo infatti sentendosi rimproverato ha reagito malamente avventandosi contro la moglie che ha incominciato a picchiare sin quando la stessa donna riuscita a guadagnare la porta di casa usciva dileguandosi. Ha chiesto aiuto a un automobilista in transito che l’ha caricata in macchina allontanandola dal domicilio domestico e lasciandola nelle mani sicure dei carabinieri che allertavano i soccorsi garantendo alla donna le cure mediche. Dimessa dall’ospedale con un prognosi di 5 giorni per dell’ecchimosi al collo e una piccola tumefazione alla mano, la donna trovava ospitalità dalla madre alla quale raccontava quanto accadutole. Ha quindi trovato la forza e il coraggi di rivolgersi ai carabinieri di San Polo d’Enza, dove vive, raccontando l’accaduto e formalizzando al riguardo la denuncia contro il marito. I Carabinieri avviavano quindi gli accertamenti trovando puntuali riscontri al racconto della donna e di conseguenza incontrovertibili elementi di responsabilità a carico del marito che alla luce della condotta tenuta veniva denunciato per il reato di lesioni personali.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.