Quattro persone sono morte in Calabria a causa delle esalazioni emanate da una vasca dove era contenuto mosto d’uva. Una quinta persona è rimasta ferita gravemente ed è stata trasferita in ospedale. L’incidente è avvenuto nel comune di Paola (Cosenza) in contrada Carusi. Sul posto presenti del Vigili del fuoco in attesa anche di una squadra Nbcr per capire il tipo di sostante tossiche sprigionate dalla vasca.

Sono due fratelli, un cognato e un nipote di uno dei due, di età compresa tra i 40 e i 70 anni, le persone decedute a Paola a causa delle esalazioni emanate dal mosto contenuto in una vasca. I quattro, assieme ad una quinta persona, una donna, che è rimasta intossicata in modo grave, erano impegnati nella fase conclusiva della produzione del vino per uso familiare. In particolare, secondo quanto si è appreso, i quattro stavano travasando il mosto da una vasca posta sotto il livello stradale in alcune botti. La morte dei quattro sarebbe sopravvenuta a causa della mancanza di ossigeno all’interno del locale.

Advertisement
”Conad”/
Previous articleDerubava soldi all’anziana che accudiva, arrestata badante a Imola
Next articleSavignano, Seven ha festeggiato i 50 anni

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.