Il Gatto selvatico c’è. Un raro esemplare di gatto selvatico è stato avvistato sull’Appennino bolognese. L’animale è stato ‘catturato’ da una foto-trappola per monitorare i lupi.

Alcuni fotogrammi, nei quali si vede il passaggio del felino vicino a un albero, sono stati sottoposti dalla polizia locale della città metropolitana e a esperti come Mauro Delogu e Carmela Musto della clinica universitaria di Ozzano e a Edoardo Velli dell’Ispra ed è arrivata la conferma dell’identificazione.

Il gatto selvatico (Felix silvestris) è distribuito in Italia in tutta l’area centro-meridionale, in Sicilia e in Sardegna, manca da gran parte delle Alpi e per l’Appennino settentrionale le segnalazioni degne di nota sono sempre state scarse e frammentarie. Nel bolognese i suoi avvistamenti sono sporadici e recenti: due lo scorso anno.

Il gatto selvatico europeo raggiunge 1,20 metri di lunghezza compresa la coda, che misura 35 cm, peso 3,5 – 8 kg, ha un corpo robusto, agilissimo, testa corta e rotondeggiante, zampe forti e lunghe, specialmente quelle posteriori. Il pelo è folto e morbido, di colore grigio-fulvo, più chiaro sul ventre, con fasce trasversali scure; alcuni anelli nerastri ornano la coda. È dotato di una vista eccellente anche in pessime condizioni di luce, l’olfatto è molto buono e l”udito ottimo. Ha orecchie dritte e larghe alla base ed occhi gialli. Particolarmente sviluppati sono i canini e i denti ferini, adatti a dilaniare la preda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.