Il Bonus 200 euro è un contributo “una tantum” previsto dal Decreto aiuti del 17 maggio 2022 ed è destinato a pensionati, lavoratori dipendenti ed autonomi, domestici e stagionali, disoccupati e percettori reddito di cittadinanza. La misura è volta a portare un aiuto per contrastare il continuo aumento dei prezzi. Non è molto, ma un segnale importante e un aiuto ai meno abbienti. Diciamo subito che è destinato a coloro che nel 2021 hanno percepito un reddito inferiore ai 35mila euro complessivi.

Vediamo nello specifico i requisiti per ottenere questo bonus, che troviamo specificati nel decreto, questi i possibili percettori: Lavoratori e lavoratrici domestici con uno o più rapporti di lavoro alla data del 18 maggio 2022; Titolari di rapporti di collaborazione con contratti attivi alla data del 18 maggio 2022; Lavoratori stagionali che abbiano svolto prestazioni per almeno 50 giornate; Lavoratori e lavoratrici dello spettacolo iscritti al fondo pensione lavoratori spettacolo con almeno 50 contributi giornalieri; Lavoratori autonomi privi di partita iva ma iscritti alla Gestione separata: Incaricati di vendite a domicilio con incassi nel 2021 di almeno 5mila euro, ed essere iscritti alla Gestione separata.

Il pagamento di questo Bonus viene pagato in maniera diversa fra coloro che ne hanno diritto. Per esempio: direttamente con la pensione a luglio per i pensionati, in busta paga a luglio per i dipendenti, a seguito di apposita domanda per gli autonomi, ecc.

Per approfondimenti e per avere un aiuto a capire il meccanismo di questo Bonus consigliamo di informarsi presso un Patronato, come 50&più presente coi propri uffici presso tutte le sedi della Confcommercio in ogni città.

Ottavio Righini

”Conad”/
Previous articleCesenatico. Avevano preso all’alloggio nell’ex Hotel Vienna ora in disuso, denunciati
Next articleIl Comites incontra il candidato sindaco di Riccione

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.