L’Italia è un paese con una forte tradizione vinicola e questo è vero soprattutto in territori da sempre dediti alla produzione di questa bevanda, come nel caso della Romagna. Qui il vino ha un’importanza davvero notevole: un fatto che trova conferma tanto nell’aumento della produzione nel corso dell’ultimo anno quanto in quello delle esportazioni. Stando al report prodotto dall’ISTAT, infatti, si parla di un incremento dei volumi di produzione pari al +15% rispetto al 2017: un dato che pone la Romagna al di sopra di molte altre regioni dello Stivale. Vediamo quali sono stati i vini di questo territorio più apprezzati nell’anno passato.

I vini premiati dalle più note guide vinicole

I vini della Romagna sono stati ufficialmente riconosciuti fra le migliori etichette della Penisola, per via della loro presenza nelle varie guide vinicole rinomate a livello nazionale. Si parla di fonti autorevoli come ad esempio Espresso, Touring Club, Top Hundred, AIS e Veronelli, le quali testimoniano appunto tutto il pregio dei vini romagnoli. Naturalmente le etichette premiate variano nelle diverse classifiche: ad esempio, nella lista prodotta da “Vini Buoni” di Touring Club ne troviamo nove, mentre nella guida “Vitae” di AIS se ne trovano addirittura dodici. Fra i vari esempi di vini romagnoli riconosciuti come top gamma basti citare il Codronchio di Monticino Rosso e il Tera di Fondo San Giuseppe. Altre etichette di pregio sono il Vitalba di Tremonti, il Ronco delle Ginestre di Castelluccio, i Probi di Villa Papiano, l’Albana di Romagna Passito Riserva della Fattoria Zerbina e il Quarto Sole della Tenuta Casali. Per provare alcuni di questi ottimi vini romagnoli non serve necessariamente visitare queste località, perché i supermercati di tutto il mondo offrono solitamente una grande varietà di vini provenienti dalla Romagna. E non sono da meno neanche gli e-commerce di settore, che vantano un’abbondante selezione di vino online ordinabile a domicilio. Va anche detto che la scelta di visitare questi territori e scoprire le varie cantine ha sicuramente tutt’altro fascino e per gli appassionati è un’esperienza irrinunciabile.

Vini ad arte: la top ten del Gambero Rosso

Nella lista dei migliori vini di produzione romagnola premiati non potevano mancare quelli selezionati dal noto Gambero Rosso. In particolare, si parla della rassegna dei “Vini ad arte”, il quale non ha fatto altro che confermare tutta la bontà di alcune delle migliori etichette della regione. In questo elenco è possibile scoprire esempi come la Romagna DOC Sangiovese Corallo Rosso di Gallegati: un vino che spicca per via di un gusto terragno e di un aroma molto fruttato, ma senza eccedere. Nella lista figura pure I Sabbioni Oriolo, un vino fine e originale, elegante e caloroso, ricco di sapore. Si conferma al top delle classifiche italiane anche il Sangiovese Longiano Primo Segno, per merito di caratteristiche come la freschezza e la ruvidezza al palato, insieme al suo sapore unico. Anche il Romagna DOC Superiore Tre Miracoli merita una citazione, così come il Riserva Vigna del Generale: il primo è un vino connotato da una spiccata freschezza e delicatezza, mentre il secondo si fa notare per via del suo sapore speziato e agrumato.

 

Il 2018, dunque, ha confermato la qualità dei vini della Romagna, una regione che non manca di produrre alcune delle più rinomate eccellenze nel settore vinicolo che avranno l’onore di rappresentarla a Vinitaly 2019.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.