Un veloce passaggio dalle pensioni agli obblighi fiscali. Il 17 giugno ( non il 16 in quanto cade di domenica) è l’ultimo giorno per il pagamento dell’acconto di IMU riferiti al corrente anno 2019.

La TASI ha scadenze diverse secondo il comune di residenza, per esempio Ravenna ha come ultimo giorno il 1° luglio in quanto il 30 giugno cade di domenica. Un consiglio banale: prima di provvedere al pagamento verificare eventuali variazioni avvenute negli ultimi 12 mesi. Mentre l’IMU la paga interamente il proprietario dell’immobile la TASI, seppure in piccola percentuale, viene pagata anche dall’inquilino.

L’importo da pagare per le due tasse va calcolato considerando le aliquote e le detrazioni dei 12 mesi del 2018 indicate dal Regolamento comunale pubblicato sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Le due tasse vanno pagate per i mesi di possesso dell’immobile, il mese durante il quale il possesso si è protratto per oltre 15 giorni va considerato per intero. In teoria si potrebbe versare l’intero importo in unica soluzione entro il 17 giugno, ma rischiando che la seconda rata possa essere rivista dal Comune entro ottobre e quindi dar corso a possibile conguaglio. Il pagamento avviene direttamente in Banca con un modello F24, che non dà luogo a commissioni d’incasso per il contribuente. Ricordiamo che l’IMU si paga sugli immobili diversi dall’abitazione principale ( a meno che non si tratti di abitazione di “lusso” A1-A8-A9  ). La TASI come accennato per gli immobili ceduti in affitto o comodato è dovuta dal proprietario nella misura del 90%.

Va ricordato che per abitazione principale si intende l’immobile nel quale risultano sia la residenza anagrafica che la dimora abituale del possessore e dei suoi familiari. Qualora la famiglia dimori in più unità immobiliari, per esempio due appartamenti contigui, l’esenzione riguarda solo uno dei due.

Ci sono casi particolari per i quali è possibile il pagamento ridotto: usufruiti da anziani, disabili, cooperative edilizie, alloggi sociali, casa coniugale assegnata all’ex coniuge, proprietà di personale di forse armate, polizia, ecc.

Ricordiamo che l’imposta municipale IMU va pagate sulla base del proprio patrimonio immobiliare, significando il possesso di fabbricati, aree fabbricabili e terreni anche non coltivati.

Ottavio Righini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.