Sono state premiate questa mattina nella sala del Consiglio comunale da Antonio Bandini, Assessore all’ambiente, e Marco Guarnieri, responsabile dei servizi di igiene ambientale Hera nel Comprensorio faentino, le scuole del Comune di Faenza per i risultati ottenuti nella raccolta differenziata durante l’anno scolastico, nell’ambito delle due iniziative “Differenzia la tua scuola” e “Riciclandino” che rientrano nel progetto più ampio di educazione ambientale “La Grande Macchina del Mondo” promosso da Hera nelle scuole del territorio servito.

Differenzia la tua scuola: coinvolti tutte le scuole della città, per oltre 10.000 alunni.
Per quanto riguarda “Differenzia la tua scuola”, si tratta della XVIII edizione per le scuole di Faenza. L’iniziativa di Hera premia le scuole di ogni ordine e grado del Comune che nel corso dell’anno scolastico hanno raggiunto i maggiori quantitativi di carta, cartone e plastica raccolti all’interno delle classi. Complessivamente sono stati coinvolti oltre 10.000 studenti di tutte le scuole del comune, dalle materne agli istituti superiori. Per ogni scuola, in base al numero delle classi che lo compongono, è stato stabilito l’obiettivo da raggiungere. Hera ha messo a disposizione i contenitori in cartone riciclato, i sacchi, appositi cartellini colorati e le informazioni per effettuare la raccolta differenziata. Il materiale conferito è stato valutato dai tecnici di Hera e, sulla base del numero di sacchi consegnati, in relazione agli obiettivi iniziali, è stata definita una graduatoria. In totale le scuole coinvolte hanno raccolto oltre 2.407 sacchi di carta e cartone che corrispondono a circa 12 tonnellate di materiale avviato a recupero, a cui si aggiungono 2.726 sacchi di plastica e lattine pari a 10.700 kg.

Le scuole vincitrici sono risultate le seguenti:
1° Premio: buono del valore di 350 euro per l’acquisto di materiale didattico alla Scuola dell’Infanzia Sorriso di Maria;
2° Premio: buono del valore di 250 euro per l’acquisto di materiale didattico alla Scuola dell’Infanzia Berti;
3° Premio: buono del valore di 200 euro per l’acquisto di materiale didattico alla Scuola media S. Umiltà;
4° Premio: buono del valore di 100 euro per l’acquisto di materiale didattico all’IPC strocchi.

Con Riciclandino coinvolti alunni e famiglie: conferiti in stazione ecologica 70.000 kg di rifiuti. Il Comune di Faenza aderisce anche a Riciclandino, il progetto ambientale di Hera dedicato a promuovere l’utilizzo della stazione ecologica da parte di studenti e famiglie. A ogni scuola che ha aderito al progetto, in totale 26, è stato assegnato un codice a barre riprodotto sulle tessere di Riciclandino distribuite a ciascun alunno. La famiglia dello studente che si reca alla stazione ecologica di Faenza per conferire i rifiuti, utilizza il codice a barre identificativo dell’utente (che si trova della bolletta di igiene ambientale) assieme alla Tessera Riciclandino e usufruisce degli sconti normalmente a disposizione per alcune tipologie di rifiuti. I conferimenti contribuiscono anche a determinare le graduatorie delle scuole per la distribuzione di incentivi economici. Comunque tutti i rifiuti differenziati conferiti in stazione ecologica fanno ottenere alle scuole risme di carta riciclata. Complessivamente nel corso dell’anno scolastico sono stati quasi 70.000 i kg di rifiuti conferiti alla stazione ecologica dalle famiglie delle scuole partecipanti, pari a circa 11 kg per alunno, che hanno portato all’aggiudicazione di 8.500 euro e 391 risme di carta.

Grazie al lodevole impegno di bambini e famiglie, a beneficiarne sono state, in particolare, la Scuola Primaria “Carchidio” che ha vinto 1.239 euro e 53 risme, la Scuola Primaria “Martiri di Cefalonia” che si è aggiudicata 896 euro e 42 risme e la Scuola Primaria “Don Lorenzo Milani” che si è aggiudicata 881 euro e 41 risme. A seguire le altre 23 scuole partecipanti.

“Far diventare azione “normale”, abitudine, consuetudine, la raccolta differenziata è un ‘operazione molto complessa ma doverosa – ha detto Antonio Bandini, Assessore all’Ambiente del Comune di Faenza – Lo possiamo fare solamente coinvolgendo attivamente le nostre scuole e i nostri ragazzi: diventare adulti consapevoli significa anche sviluppare appieno una coscienza ambientale. Siamo sulla buona strada”.

“Portare avanti questo progetto nelle scuole di Faenza – spiega Marco Guarnieri, Responsabile Hera per i Comuni dell’Unione faentina e della Bassa Romagna – è molto importante per noi perché riteniamo fondamentale un’attività costante di informazione e sensibilizzazione dei cittadini, a partire dai più piccoli, per diffondere sempre più una cultura di sostenibilità e sensibilità ambientale”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.