Risultano “al di sotto dei valori di legge della qualità dell’aria” gli idrocarburi policiclici aromatici e i metalli; le diossine “su valori tipici a situazioni di incendio con presenza molto contenuta delle forme ad alta tossicità (circa 1%)” e si “possono escludere effetti acuti sulla salute”. E’ quanto emerge – spiegano l’Arpae e l’Ausl Romagna in una nota – dai primi dati dei campionamenti eseguiti a Faenza a seguito dell’incendio avvenuto il 9 agosto in un magazzino adibito allo stoccaggio di merci della Lotras System, azienda specializzata in logistica.

In base ai controlli svolti, viene sottolineato ancora, “si possono escludere effetti acuti sulla salute in relazione all’evento: l’entità dei valori riscontrati, la durata relativamente breve della fase di emergenza e le misure di tutela della salute adottate in termini precauzionali giustificano un ragionevole ottimismo”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.