Nella giornata di ieri la Polizia di Stato di Forlì, con personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico  della Questura di Forlì – Cesena e la collaborazione della Polizia Locale, ha effettuato fin dal primo mattino controlli presso un’area industriale dismessa, dove sono state rintracciate e identificate sei persone che avevano occupato gli edifici in attesa di esser ristrutturati; per tutti scatterà la segnalazione all’Autorità Giudiziaria in ordine al reato di cui all’art.633 del codice penale (Invasione di terreni o edifici)  nella forma aggravata essendo l’area di proprietà pubblica.

A margine di questa attività è stato recuperato e restituito un telefono cellulare oggetto di borseggio nella giornata precedente e portato soccorso, attraverso l’intervento di personale sanitario, ad un giovane ventiseienne, in apparente stato confusionale, che veniva segnalato aggirarsi vestito delle sole mutande, nel cantiere della nuova tangenziale di via del Partigiano.

I controlli antidegrado sono proseguiti nel pomeriggio, con l’ausilio di personale del Reparto Prevenzione Crimine della Polizia di Stato di Bologna e dei Carabinieri; il servizio ha interessato il centro cittadino, la zona della stazione ferroviaria ed il punto bus. Nel complesso le  pattuglie messe in campo hanno identificato 133 persone e controllato 5 esercizi commerciali.

Previous articleEuropee, Ilaria Salis candidata con Alleanza Verdi e Sinistra
Next articleGrota espone i suoi quadri sul ponte romano di Premilcuore

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.