Ubriaco fradicio, all’interno di un bar, ha rotto bottiglie e danneggiato gli arredamenti, litigando con le altre persone presenti, cercando di aggredirle e minacciandole. E’ stato arrestati per violenza e minaccia a pubblico ufficiale, resistenza a P.U., danneggiamento, rifiuto di fornire le generalità. Il rito per direttissima è avvenuto giovedì; il giudice del tribunale di Forlì ha convalidato l’arresto con l’obbligo di presentarsi all’Autorità Giudiziaria in attesa della prossima udienza.

I Fatti. Mercoledì, un cittadino marocchino di 27 anni residente a Cesena, in un bar del centro di Gambettola, ubriaco, ha iniziato a litigare con altre persone presenti all’interno del locale. Ha rotto alcune bottiglie di vetro iniziando a minacciare le persone presenti e cercando di aggredire i titolari dell’esercizio. Sono stati chiamati i carabinieri che, arrivati, lo hanno fermato. L’uomo si è rifiutato di fornire le generalità, ha opposto una viva resistenza ai militari spintonando e tentando di divincolarsi, tant’è che i carabinieri sono stati costretti ad utilizzare lo spray in dotazione. Per tutto quanto accaduto è stato arrestato con vari capi di imputazione; ora si attende la prossima udienza.

Advertisement
”Conad”/

Cristina Fiuzzi

Previous articleBerrettini nella storia, è in finale a Wimbledon
Next articleTerremoto in mare 4.1 davanti alla Costa romagnola piena di turisti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.