San Marino, 15 maggio 2024 – ‘‘Io sono infinito’, è il titolo voluto da Valpharma Group per la sua terza convention, lo scorso venerdì 10 maggio. Significativo anche il luogo scelto dal gruppo farmaceutico e nutraceutico: la Comunità di San Patrignano.

C’è un “desiderio che ci spinge sempre ‘più in là’ e che caratterizza ognuno di noi” ha detto il direttore generale di Valpharma Group Alberto Vitez, citando una poesia di Eugenio Montale nell’introduzione dei lavori. “Il titolo di questa convention è dedicato proprio al valore della persona”.

I circa 400 tra dipendenti, collaboratori e consulenti di Erba Vita, Valpharma International S.p.A. e Valpharma S.p.A, hanno potuto vivere una giornata intensa di incontri con le testimonianze delle ragazze e dei ragazzi di San Patrignano, che hanno aperto non solo i propri luoghi di lavoro, nei 16 settori della comunità, ma soprattutto “le proprie vite e i propri cuori”, secondo le parole di Alessia Valducci, Chairwoman del gruppo Valpharma. “Questo è un luogo che mostra persone in cammino verso la propria libertà e che si aiutano in questo percorso, soprattutto nei momenti più difficili e drammatici. Siamo anche noi in cammino verso una crescita fatta dei nostri valori: coraggio e rispetto!”.

“Tornare a portare al centro la persona è il tema fondamentale, oggi. Noi qui a San Patrignano lo facciamo tutti i giorni dal 1978 e sono ormai 26mila i ragazzi che sono passati dalla comunità”, ha sottolineato anche il segretario generale della Fondazione San Patrignano e presidente della Cooperativa Agricola San Patrignano Roberto Bezzi.

Quella del 10 maggio è stata quindi molto più di una semplice convention o di un classico team building aziendale, ma ha rappresentato una giornata ricca di incontri che hanno dato tanto a tutti coloro che hanno voluto mettersi in gioco. Lo dimostra anche il successo della raccolta di messaggi, pensieri o semplici parole, che ogni partecipante è stato invitato a scrivere e mettere anonimamente nelle urne, che sono state raccolte al termine dei lavori e che andranno a formare un vero e proprio libro. Al termine della giornata, i dipendenti e i collaboratori del gruppo sono stati anche chiamati a scegliere il valore che accompagnerà le aziende per il 2025. A vincere è stata la parola ‘trasparenza’, che seguirà così la parola ‘rispetto’, che caratterizza il 2024.

Previous articleMilano, Asecap Days 2024: focus sull’innovazione nel settore autostradale
Next articleForlì, supermulta per una donna alla guida che era al telefono

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.