Potrebbe essere stato un infarto ad uccidere Antonio Rinelli, 46enne ravennate deceduto a San Mauro Mare la sera del 7 aprile durante un furiosa lite col rivale in amore.

I primi accertamenti autoptici parlano di malore di natura cardiaca o neurologica, un evento causato sicuramente dallo sforzo e dallo stress per la lite. Secondo il medico legale incaricato dal sostituto procuratore di Forlì Sara Posa non ci sarebbe un vero trauma tale da causare il decesso.

La relazione comunque deve essere completata entro due mesi. L’esito dell’autopsia sarà quello che determinerà il capo di imputazione che ora non è stato derubricato e resta quello di omicidio preterintenzionale a carico del 44enne Mirco Guerrini, pure lui ravennate, che è stato rimesso in libertà.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.