La cronometro, da Riccione a San Marino di 34,8, nona tappa del Giro d’Italia, è stato un successo di pubblico, di tifosi romagnoli e non solo del ciclismo che hanno assiepato i 34,8 chilometri, di percorso.

Lo spettacolo della corsa rosa ha avuto la meglio nonostante la pioggia che ha costretto in tanti sotto l’ombrello dallo start in piazzale Roma nella Perla Verde, all’arrivo nel piazzale Lo Stradone, a San Marino.

A vincerla, con un tempo stratosferico (51’52”), lo sloveno Primoz Roglic, al secondo posto il belga Victor Campenaerts staccato di 10 secondi, “fregato” da un cambio di bicicletta ritardato. Si comporta molto bene Vincenzo Nibali (quarto all’arrivo dopo l’olandese Mollema) che, soprattutto nella seconda parte in salita, tiene il passo di tutti (tranne che dello sloveno). Il suo ritardo (1 minuto e 4 secondi) gli permette di restare a distanza contenuta (1’44”) da Roglic in classifica generale. Malissimo Yates che perde 3’36” dallo sloveno e oltre due da Vincenzo. Miguel Angel Lopez (vittima di una foratura) lascia anche lui oltre tre minuti e Majka perde 2’49”, Landa anche di più. Insomma, la cronometro dice che Roglic e un marziano ma che Vincenzo Nibali, allo stato delle cose, sembra in grado di tenergli a testa. Valerio Conti riesce a mantene la maglia rosa nonostante prenda oltre tre minuti da Roglic (sul suo finale si s catena un vero e proprio nubifragio) ma tiene la magliaosa per un minuto e 50″. Lo sloveno risale fino al secondo posto in classifica dietro al giovane romano.

Domani il Giro riposa. Martedì si va da Ravenna a Modena per 145 chilometri completamente piatti.

Ordine d’arrivo

1. Primoz Roglic (TJV) in 51’52”
2. Victor Campenaerts (LTS) a 10″
3. Bauke Mollema (TFS) a 59″
4. Vincenzo Nibali (TBM) a 1’04”
5. Tanel Kangert (EF1) a 1’10”
6. Haga Chad (SUN) a 1’13”
7. Bob Jungels (DQT) a 1’15”
8. John Hugh Carty (EF1) a 1’29”
9. Pello Bilbao (AST) a 1’42
10. Mattia Cattaneo (ANS) a 1’51”

Classifica generale

1. Valerio Conti (UAD)
2. Primoz Roglic (TJV) at 1:50
3. Nans Peters (ALM) at 2:21
4. Jose Rojas (MOV) at 2:35
5. Fausto Masnada (ANS) at 2:36
6. Andrey Amador (MOV) 2’39”
7. Amaro Antunes (CCC) 3:05
8. Valentin Madouas (GFC) 3:27
9. Matteo Carboni (BRD) 3:30
10. Pello Bilbao (AST) 3:32
11. Vincenzo Nibali (TBM) a 3’34”
15. Mattia Cattaneo (AGS) a 4’34”
17. Davide Formolo (BOH) a 4’42”
18. Rafal Majka (BOH) a 4’43”
24. Simon Yates (MIS) a 5’37”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.