Irene Ugolini Zoli interpretato e rielaborato dagli studenti delle scuole materne primarie e secondarie. Sabato 13 aprile alle 17, inaugura, infatti, dello spazio Manoni 2.0 Belle Arti, in Corso Garibaldi 55/A a Forlì della Mostra collettiva degli alunni dell’Istituto Comprensivo 2 Irene Ugolini Zoli dal titolo: IN VIAGGIO CON IRENE. Presentazione degli elaborati grafico-pittorici. Happening teatrale con prosecuzione evento all’esterno della Galleria. La Mostra sarà visitabile fino al 30 Aprile. 

Da Manoni 2.0 intanto sono arrivate 6 bellissime opere firmate Irene Ugolini Zoli, da sabato 13 aprile alle ore 16  si potranno ammirare insieme a tutti i lavori dell’I.C. N2 di Forlì.

CHI ERA IRENE UGOLINI ZOLI

Ugolini Zoli Irene. Forlì, 1910-1998. Pittrice e grafica. Autodidatta. Dall’inizio degli anni Cinquanta si dedica con assiduità alla pittura. Nel 1953 espone a Milano alla Galleria d’Arte Internazionale e a Cesenatico. Seguono mostre in altre città romagnole. Nel 1956 esordisce nella città natale con un’esposizione presso il Circolo Renato Serra. Nel 1957 s’iscrive all’Accademia di Belle Arti di Firenze; segue inoltre i corsi di pittura all’Accademia di Belle Arti di Ravenna. Nel frattempo partecipa ai maggiori concorsi d’arte in ambito emiliano e realizza ornati e decorazioni in diversi edifici forlivesi. Nel 1959, nel salone della Fondazione Garzanti di Forlì, tiene un’esposizione di opere ispirate alla Madonna del Fuoco. Nella primavera del 1971 espone nella galleria parigina di Camille Renault. Seguono numerose mostre personali a Forlì e in altre città romagnole. Nel corso degli anni Ottanta svolge un’intensa attività come graffitista a Forlì e in diverse località della Romagna. Nel 1988 offre ai musei civici della sua città una serie di cinquanta opere grafiche. Durante tutta la vita, l’artista compie viaggi che si rivelando di grande importanza per il suo lavoro artistico: nei primi anni Sessanta soggiorna in diversi paesi europei, nel 1970 in estremo Oriente, l’anno successivo in Australia. Nel 1979, durante un soggiorno a Sydney, esegue un graffito per la Scuola d’infanzia S. Francesco di Leichardt. Artista versatile, nel corso della sua quasi cinquantennale attività manifesta varietà e mutevolezza di stili e di motivi ispiratori, sulla base di una figurazione capace d’intrecciare reale e immaginario. Bibl.: C. Ruggeri e C. Bonvicini, Irene Ugolini Zoli, (Ferrara, Palazzo Massari), Bologna, 1992.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.