Il bimbo di 4 anni morto oggi pomeriggio 19 giugno abitava con i famigliari a Pieve Salutare, frazione di Castrocaro Terme nel Forlivese. La notizia è arrivata in paese e ha sconvolto un po’ tutti. Una notizia drammatica. I famigliari del piccolo nella tarda serata di mercoledì sono stati ascoltati dagli inquirenti all’interno del comando dei carabinieri di Ravenna alla presenza del comandante. Il procuratore della Repubblica Alessandro Mancini è andato sul posto della tragedia per meglio capire cosa possa essere accaduto e capire se ci sono delle responsabilità di qualcuno. Il Procuratore ha verificato e controllato i luoghi dell’incidente quando ormai l’area era stata sgombrata.

Non si sa se il bimbo sia morto annegato o se sia annegato dopo essere stato colto da una congestione. In ogni caso il magistrato, capo della Procura di Ravenna, ha disposto l’autopsia sul corpicino.

La tragedia è avvenuta nel pomeriggio, all’interno di ‘Mirabeach’, la zona delle piscine del parco di Mirabilandia a Ravenna. Il piccolo è stato notato da addetti al salvataggio verso le 15.30 a faccia in giù nell’acqua di una piscina per bambini. Vani i tentativi di rianimarlo eseguiti anche dagli operatori del 118 intervenuti con ambulanza ed elicottero: il bimbo è deceduto prima dell’arrivo all’Ospedale di Ravenna. Forse è stato caricato quando non respirava più ma nessuno ne aveva ancora constato la morte.

Secondo quanto riferito dal parco giochi, il primo intervenuto per soccorrere il bimbo è stato uno dei bagnini di salvataggio di ‘Mirabeach’. Poi è arrivato il medico del presidio permanente interno a Mirabilandia e quindi l’ambulanza del 118. Tentativi purtroppo che non sono serviti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.