Sette colpi di kalashnikov contro i carabinieri. Un proiettile ha colpito la gazzella e gli altri sono finito contro le vetrine di un fioraio e di un macellaio, un altro colpo è finito sul muro di un appartamento al primo piano.

E’ stato un miracolo che nessun carabiniere sia stato colpito. La pattuglia era intervenuta alle 2 della notte tra domenica e lunedì 14 ottobre per l’esplosione di bancomat della BCC in piazza Trieste a Forlimpopoli la cittadina sulla via Emilia tra Forlì e Cesena.

Un boato che ha svegliato parecchi abitanti attorno alle 2 di notte. I carabinieri che erano in zona sono arrivati subito sul posto, ma i malviventi non appena hanno visto la pattuglia hanno sparato 7 colpi con un’arma Ak47, un kalashnikov, ad altezza d’uomo per poi fuggire a tutta velocità verso Forlì con un’Audi nera. Ci sono le indagini in corso. E’ stato un miracolo che non sia rimasto ucciso nessuno.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.