Fotografie storiche della città, degli avvenimenti e dei castellani del tempo, specchio dei momenti difficili e drammatici del fascismo e della Resistenza, fino alla gioia incontenibile della Liberazione: rappresenta un pezzo importante della storia del Castel San Pietro Terme la mostra fotografica “Castel San Pietro in tempo di guerra. Fascismo, Resistenza e Liberazione” a cura di Davide Cerè, che si inaugura sabato 24 novembre negli antichi sotterranei del Municipio, nell’ambito del programma della 15a Festa Internazionale della Storia.

Rimozione delle barricate nel giorno della Liberazione

Il taglio del nastro sarà preceduto dalla presentazione alle ore 10,30 nella Sala del Consiglio Comunale. Interverranno nell’ordine: l’assessore alla Cultura Fabrizio Dondi, la presidente dell’Anpi provinciale Anna Cocchi, il curatore della mostra Davide Cerè, la console della Repubblica di Polonia in Milano Adrianna Sannicka e il sindaco Fausto Tinti.

«Con l’allestimento permanente della mostra “Castel San Pietro in tempo di guerra”, donata da Davide Cerè, manteniamo un impegno preso nel corso delle celebrazioni per il 70esimo anniversario della Liberazione – dichiara l’assessore alla Cultura Fabrizio Dondi -. Grazie al lavoro di Cerè, la collaborazione di Anpi e dell’associazione Terra Storia Memoria, un importante lavoro di ricerca storica trova casa all’interno del palazzo comunale per essere sempre a disposizione di tutti, a partire dai più giovani, cui è indispensabile trasmettere il testimone della memoria del male che fascismo e guerra hanno causato, anche alla popolazione locale; perché si diffonda sempre più consapevole il rifiuto di forme di intolleranza, aggressione verbale e fisica, razzismo e xenofobia, nazionalismo fanatico che furono all’origine di quei mali; affinché si consolidino i sentimenti antifascisti e democratici che furono alla base, a Castel San Pietro come altrove in Italia, della lotta di Resistenza e del processo che portò alla redazione della Costituzione repubblicana. Desidero inoltre ringraziare il consolato polacco in Milano per la sua presenza alla cerimonia di sabato 24 novembre in rappresentanza del contributo che la Polonia, attraverso il Secondo corpo d’armata, diede alla liberazione di Castel San Pietro avvenuta il 17 aprile 1945».

La mostra, patrocinata da Comune di Castel San Pietro Terme, Anpi e Consolato Generale della Repubblica di Polonia in Milano, comprende 21 pannelli con 130 foto in tutto ed è il compendio di una ricerca compiuta nel corso di diversi anni da Davide Cerè in archivi, privati, italiani ed esteri, soprattutto del Polish Institute & Sikorski Museum di Londra. Era stata realizzata nel 2005 ed esposta in Municipio nell’ambito delle celebrazioni del 60° anniversario della Liberazione e nel 2015, in occasione del 70°, era stata nuovamente esposta nella Saletta comunale di via Matteotti 79, riscuotendo in entrambi i casi grande affluenza, interesse e apprezzamento da parte del pubblico.

Sabato 24 la mostra rimarrà aperta fino alle ore 18. Gli orari successivi di apertura saranno comunicati nei giorni successivi. L’ingresso è gratuito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.