La città di Mordano è pronta a dare il via alla 38esima edizione della Sagra dell’Agricoltura, un appuntamento tradizionale, quest’anno colorato di alcune novità. La location, all’interno del campo sportivo di Mordano, ma anche l’inaugurazione ufficiale che alla presenza del presidente del comitato organizzatore Renato Folli e del sindaco di Mordano Stefano Golini, quest’anno è anticipata alle ore 10 di venerdì 24 maggio, all’interno di una mattinata interamente dedicata ai ragazzi delle scuole di ogni grado di Mordano, Bubano e Sasso Morelli, i ragazzi saranno protagonisti di laboratori didattici e tornei sportivi: solo il primo atto di una kermesse per tutta la famiglia che nell’arco di dieci giorni proporrà gastronomia, spettacoli, miss e incontri, fino al gran finale del 36esimo Palio dei Borghi domenica 2 giugno.

“L’idea è mostrare ai ragazzi i vecchi mestieri e farli vivere l’atmosfera della Sagra fin da piccoli, perché possano appassionarsi a una manifestazione che è per tutta la famiglia” sottolinea Renato Folli, presidente del comitato organizzatore della Sagra, che ogni anno destina i propri utili a scopi benefici. “Siamo tutti molto affezionati alla Sagra perché è uno degli eventi più importanti del nostro comune e forse il più identitario, capace di unire tradizione, buona cucina, il mondo della scuola, del volontariato, i borghi e il palio” dice il sindaco Stefano Golini.

Laboratori didattici. Dalle 9 alle 11:30 il campo sportivo di Mordano sarà allietato dai tanti laboratori organizzati per i ragazzi delle scuole di Mordano, Bubano e Sasso Morelli. Sono 28 in tutto, molti dei quali manipolativi e dedicati alla gastronomia locale e ai mestieri antichi. “Un’iniziativa che coinvolge 600 alunni in tutto e che testimonia la grande sinergia che esiste tra la Sagra e il mondo della scuola” commenta con entusiasmo Silvia Ercolani, insegnante e anche lei tra i membri del comitato organizzatore della Sagra.

Tra i laboratori manipolativi, da segnalare quello del Mastro vasaio, ma anche quelli dedicati ai succulenti piatti della tradizione romagnola quali i Garganelli dell’Aia del Contadino, la piadina dell’Azdora e i Biscotti della domenica. I ragazzi lavoreranno in prima persona in questi laboratori e potranno portare a casa quanto realizzato, facendo così assaggiare ai propri familiari i garganelli, le piadine o i biscotti che avranno cucinato.

Presenti anche percorsi didattici con le dimostrazioni degli antichi mestieri. Ci saranno quelli culinari, dedicati al latte e formaggio, miele, marmellata (senza zuccheri) e polenta, con la degustazione. Laboratori più pratici sono dedicati all’impagliatura delle sedie, alla tessitura e filatura, ai cesti e panieri in vimini, alla pittura, al restauro di mobili antichi, alla cardatura della lana e delle corde di canapa, alla rilegatura di libri, alla soletta e uncinetto, al baco da seta, all’uso del mulino per macinare il grano su pietra e agli antichi mestieri come il fabbro, il maniscalco, il saldatore, l’arrotino (con la ruota antica), il fiorista, il calzolaio e l’ortolano.

Il campo sportivo ospiterà anche uno spazio con i giochi di una volta e uno per gli animali (sia da cortile che esotici), oltre che un’area per l’equitazione nel quale gli alunni potranno provare a cavalcare un pony. Altro simpatico appuntamento sarà alle 18, con il torneo di calcio e pallavolo che vedrà coinvolti i genitori degli alunni e gli insegnati delle scuole di Mordano e Bubano. Le scuole partecipanti saranno premiate con un contributo.

La serata. Dopo l’apertura dello stand gastronomico, alle 19, la serata di venerdì 24 maggio sarà animata dalla serata musicale con la pop – dance show offerta da I Moka Club, a partire dalle 21:30. Quasi vent’anni di musica e oltre mille concerti, come raccontano nel loro sito web, I Moka Club, propongono brani che spaziano dal blues al rock anni ’70, fino alla disco music.

Nel week-end. Appuntamenti imperdibili anche nel week-end. Sabato 25 maggio aprirà l’Aia del Contadino, con i mestieri e gli attrezzi agricoli di una volta ancora protagonisti, mentre nel pomeriggio un’altra novità è la mostra canina amatoriale (iscrizioni dalle 14 alle 15). In serata spazio alla bellezza femminile, con l’appuntamento tradizionale della selezione regionale di Miss Italia che eleggerà Miss Mordano – Miss Palio dei Borghi (alle 21:30).

Domenica 26 maggio spazio al grande Tractor Raduno, con decine e decine di trattori e macchine agricole che sfileranno alle 9 da Mordano fino a Imola, al parcheggio di via Pirandello (accanto al Famila).

Stand Gastronomico. Inossidabile punto di forza della Sagra è lo stand gastronomico, a disposizione per offrire un ricchissimo menù di piatti tipici della tradizione romagnola (senza dimenticare la serata dedicata al pesce di mare, mercoledì 29 maggio), abbinati a ottimi vini di qualità. Lo stand gastronomico aprirà ogni giorno alle 19 (nei giorni festivi anche alle 12), e in contemporanea sarà aperto il Bar “I Cinghiali”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.