Il Bagno Amarissimo di Lido di Savio (Ra) si sposta e il posto passa ai gestori della Casa delle Aie. L’area dove c’era L’Amarissimo, gestito dal Gruppo Albamarina fino alla stagione scorsa, in questi giorni sarebbe già passata di mano e sarebbe entrato un famigliare della società “Battistini snc di Battistini Gianni e Stefano”, la stessa che è tornata a gestire lo storico locale Casa delle Aie e il ristorante “Il Moro” a Pinarella di Cervia. Chiaramente il marchio Amarissimo resta ai titolari e si sposterà, non è stato ancora annunciato dove.

In questi giorni lo stabilimento balneare ha sbaraccato tutto e ci sono dei lavori frenetici per poter aprire in tempo per la stagione estiva 2019. E ora i nuovi arrivati stanno cambiando pelle al noto Bagno di Lido di Savio che attirava migliaia di persone ogni anno e che aveva preso il nome dallo storico ristorante  Amarissimo che si trovava proprio a pochi metri quando ancora Lido di Savio si chiamava Bologna Mare. Lo scorso anno il gruppo Albamarina aveva attaccato al Bagno Amarissimo anche il confinante Bagno Azzurro. Ora il bagno Azzurro di proprietà di una famiglia bergamasca ha dato in gestione lo stabilimento a un Gruppo che gestisce diversi locali in Romagna.

IL COMUNICATO DELL’AMARISSIMO

“L’evoluzione è un processo imperfetto e spesso violento. Una battaglia tra ciò che esiste e ciò che deve ancora nascere.”
(da “Heroes”, serie tv)

Il 1 Marzo del 2008 nasceva l’Amarissimo.
O meglio, il 1 Marzo del 2008 abbiamo inaugurato il luogo dove sarebbe stato sviluppato il progetto “Amarissimo”.
Quando io, Giorgia ed Enrico abbiamo iniziato a raccontarlo, amici, parenti e clienti ci han presi per pazzi.
C’era tanto parlare attorno a questo nuovo progetto ma noi sapevamo che per inseguire un sogno non devi curarti troppo del brusio di contorno.
La sfavillante Milano Marittima (era il 2007) messa a confronto con un casotto di cemento 3 metri per 3, con 4 finestre e una porta di vetro, in mezzo a una distesa abbandonata di sabbia, nella parte più depressa di Lido di Savio. Cosa mai sarebbe potuto essere se non un veloce fallimento?

Chi è stato con noi in questi 11 anni, anche solo per poco più di un weekend, sorriderà a leggere le parole qui sopra, perchè a volte ci si dimentica da dove nascono i sogni, quali sono i contesti e quanto le immagini degli inizi possano diventare sempre piu sfuocate, giorno dopo giorno dopo giorno.

Quelli a Lido di Savio sono stati 11 anni intensi, fatti di idee, impegno, sorrisi, confronti, rapporti, lacrime e tanto, tanto altro;
Soprattutto sono stati 11 anni guidati dalla voglia di proporre qualcosa di nuovo, di unico, mai uguale a qualcos’altro e sempre in continua e perenne evoluzione.
Come citato qui sopra “L’evoluzione è un processo imperfetto e spesso violento. Una battaglia tra ciò che esiste e ciò che deve ancora nascere”.

Dopo 11 anni non ritroverete più Amarissimo dove eravate abituati a trovarlo e questo, amici, fa parte del gioco e soprattutto della qualità fondante del progetto.
C’è brusio attorno a questa decisione, ma per come siamo fatti, non possiamo curarcene troppo, altrimenti non saremmo più capaci di inseguire i nostri sogni, esattamente come 11 anni fa.

Chi ci conosce bene sa che per noi Amarissimo non è mai stato un luogo, ma il definire uno spazio in continua e completa trasformazione, guidati dall’impegno nel replicare una visione, un sogno, qualcosa che non c’è e che diventà reale, in tutti i suoi aspetti sensoriali.
Senza voi amici, clienti, partner e collaboratori, Amarissimo non solo non sarebbe arrivato fin qui, ma non sarebbe stato possibile dall’inizio.

Quindi GRAZIE, grazie per la vostra energia e il vostro supporto, per le critiche e i confronti, per l’affetto ed il calore che ci hanno reso capaci di stringere i denti e continuare a credere in quello che stavamo portando avanti fino ad oggi, a continuare a credere nei nostri sogni anche domani.

Alcune cose successe negli ultimi anni ci hanno messo alla prova e consumato una parte importante delle nostre energie.
E’ arrivato il momento di fermarsi, respirare e rimettere insieme le idee, perchè il progetto Amarissimo è in evoluzione e l’evoluzione ha bisogno di tempo, e scatenerà un nuovo brusio, e vi metterà di nuovo di fronte a qualcosa di unico e mai uguale a qualcos’altro, e sarà sempre in continua e perenne trasformazione.

Fabio

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.