Al fine di contrastare il fenomeno della prostituzione lungo la SS. 16, praticata sia da cittadini stranieri extracomunitari non in regola con le norme sul soggiorno, sia da cittadini comunitari, il Questore di Ravenna dr. Rosario Eugenio Russo, ha disposto per il pomeriggio di ieri 28 marzo, un servizio straordinario di controllo del territorio. In tale ambito, le Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico con il concorso di quattro equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna, hanno perlustrato per diversi chilometri il tratto di statale che da Ravenna si dirama in direzione sud, con particolare attenzione alle aree di sosta e di rifornimento dei carburanti.

Sei donne, che sono state rintracciate in diversi punti lungo la strada mentre sostavano a piedi vestendo abiti succinti, sono state accompagnate in Questura per l’identificazione. Gli accertamenti effettuati attraverso l’esame delle impronte digitali delle donne, ha permesso di addivenire alla loro esatta identificazione. Tre di loro sono risultate cittadine bulgare, le altre di nazionalità rumena. Per due di loro M.A. e L.M., cittadine rumene rispettivamente di 32 e 31 anni con svariati precedenti penali, è stato emesso dal Questore un provvedimento di divieto di ritorno nel comune di Ravenna per un periodo di tre anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.