Una discarica marina tra gli scogli delle barriere frangiflutti del porto di Viserba è stata scoperta dai sommozzatori della Guardia di Finanza, stazione navale di Rimini, durante un controllo finalizzato alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica. Termosifoni in ghisa, pneumatici esausti, griglie metalliche, spezzoni di reti e ancorotti da pesca, buste di plastica e lattine, quasi sommersi dalla sabbia ma presenti sul fondale.

I militari hanno eseguito nei giorni scorsi alcune immersioni lungo le scogliere, scoprendo come negli anni sia stato abbandonato in mare ogni sorta di rifiuto. I sommozzatori hanno quindi recuperato il materiale, utilizzando il pallone di sollevamento per i pezzi più pesanti per poi consegnare tutto a un operatore ecologico autorizzato per l’avviamento allo smaltimento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.