Nelle ultime 48 ore, come disposto Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Ten. Col. Giuseppe Sportelli, i militari hanno alzato l’attenzione sul fenomeno della prostituzione nel centro urbano, identificando 32 soggetti, originari dell’est Europa, che, per atteggiamento ed abbigliamento, erano dediti alla prostituzione. Inoltre, nell’ambito di tali controlli, nel corso della notte i carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza, per il reato di furto aggravato, B. T. V., 25enne bulgaro, da anni stabilmente domiciliato in Italia.

Il giovane, dopo esser salito a bordo della macchina di un potenziale cliente, gli ha chiesto di accompagnarlo a comprare un pacchetto di sigarette. Infastidito dall’indecisione del potenziale cliente, che non si decideva sul se consumare o meno il rapporto, sessuale, il giovane si impossessava del portafogli dell’uomo prelevando il denaro contante e dandosi alla fuga.

La vittima però contattava il numero di emergenza 112 richiedendo l’intervento di una pattuglia che, prontamente intervenuta sul posto, rintracciava e bloccava poco dopo il giovane. La refurtiva è stata restituita al legittimo proprietario. Il bulgaro, espletate le formalità di rito, è stato tratto in arresto e trattenuto presso le camere di sicurezza della Stazione Carabinieri in attesa della celebrazione del rito direttissimo. Al termine dell’udienza di convalida, svoltasi nel corso della mattinata odierna, l’arresto è stato convalidato ed il giovane è stato condannato a mesi otto di reclusione e la multa di euro 150 con pena sospesa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.