Nella mattinata odierna, alle ore 10.30, è stata inaugurata all’interno dell’immobile ove ha sede la Compagnia Carabinieri di Novafeltria la seconda “stanza tutta per sé” del territorio provinciale riminese – che consiste in un’aula per le audizioni da dedicare, per esigenze di ascolto e verbalizzazione, di tutte le vittime di situazioni di violenza di genere. Il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Rimini, Colonnello Giuseppe Sportelli, ha fatto gli “onori di casa”, ricevendo il Sindaco di Novafeltria dr. Stefano Zanchini, il Sostituto Procuratore dott. Davide Ercolani in rappresentanza del Procuratore della Repubblica, il Vice Prefetto Vicario dott.ssa Chiara Pintor, il dott. Orlando Parrella dirigente della Divisione Anticrimine della Questura, la Past President del club di Rimini del Soroptimist, dott.ssa Anna Maria Balli Tasini, gli esponenti dell’associazione antiviolenza “Rompi il Silenzio” di Rimini, i Dirigenti scolastici della Valmarecchia e dell’omonima Fondazione.

La cerimonia è iniziata con i saluti del Comandante Provinciale a tutte le Autorità presenti  e i ringraziamenti all’Associazione Soroptimist International di Rimini, rappresentata dalla dott.ssa Anna Maria Balli Tasini, che “con sacrificio ed entusiasmo si è dedicata all’importante progetto”, delineando il percorso attraverso il quale si è giunti a costituire questa seconda “stanza” anche a Novafeltria “per servire l’intera Valmarecchia” e ricordando che la prima realizzazione in assoluto era stata presso la Compagnia CC di Torino Mirafiori, per poi essere estesa a livello Nazionale.

Dopo i saluti si è passati alla scopertura della targa da parte del Sindaco di Novafeltria e del Vicario del Prefetto Dott.ssa Chiara Pintor, al taglio del nastro effettuato dalla dott.ssa Anna Maria Balli Tasini e dal Cap. Silvia Guerrini, Comandante della Compagnia CC di Novafeltria, inaugurando la “Una stanza tutta per sè”, a disposizione da oggi in poi di tutte le donne che hanno la necessità di essere ascoltate da personale dell’Arma, uomini e donne specializzati nello specifico settore.

L’evento rientra nel progetto denominato “Una Stanza tutta per Sé” – promosso, su scala nazionale,  dall’associazione “Soroptimist International d’Italia” d’intesa con il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri – che mutuando il nome da un celebre romanzo della famosa scrittrice inglese Virginia Woolf, si prefigge di fornire all’interno delle strutture dell’Arma uno spazio accogliente per tutte le vittime di episodi di violenza di genere.

Alla pratica realizzazione dell’iniziativa a livello locale, oltre ai vertici provinciali dell’Arma dei Carabinieri ed ai membri della locale sezione di Soroptimist, hanno collaborato, con entusiasmo, anche gli studenti del Liceo Artistico “Volta-Fellini” di Riccione, che hanno ricevuto l’onore di esporre le proprie “opere” all’interno della Stanza. Così come i ragazzi dell’alberghiero dell’Istituto Comprensivo Superiore “Tonino Guerra” di Novafeltria, che hanno voluto contribuire ad esaltare l’importanza dell’evento per tutta la comunità feltresca offrendo un assaggio delle loro capacità culinarie, in un sobrio ma curato aperitivo, per brindare a questo nuovo luogo di incontro per le esigenze dell’intera comunità.

La “stanza” è arredata con mobilio a basso impatto visivo per favorire una maggiore distensione alle fruitrici grazie anche alla dotazione di un sistema di video-ripresa, utilizzabile (con la piena consapevolezza della donna che narra) con il fine di raccogliere la testimonianza senza interrompere la donna nei suoi ricordi ed ascoltarla senza interferenze, mantenendo la fedeltà delle sue parole e del suo stato d’animo. L’aula è dotata di una piccola area giochi finalizzata a rasserenare i bambini che, talvolta, accompagnano le proprie mamme.

Si tratta di un’iniziativa che testimonia ancora una volta l’attenzione dell’Arma dei Carabinieri sul fronte della lotta ad ogni forma di violenza di genere, aspramente combattuta in ogni lembo di territorio di questa provincia.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.