di Roberto Giannini

Riproponiamo una serie di articoli, arricchiti e aggiornati, per gli amanti delle gite fuori porta, per coloro che vogliono perdersi nelle meraviglie di quella che è detta “La Valle più bella d’Italia” . Con RomagnaUno, vi portiamo a spasso nella punta più a sud della Regione Emilia Romagna, costellata di torri, rocche e castelli fatati, di panorami mozzafiato e paesi autentici; itinerari da percorrere per scoprire al meglio il territorio della Valmarecchia.  

PENNABILLI: ad appena 50 kilometri dalle spiagge del riminese trovate questo villaggio perfettamente conservato, all’ombra del Monte Carpegna. La capitale religiosa del Montefeltro, attuale sede della Diocesi vescovile, è stato edificato sulle emergenze rocciose del castello di Billi e di quello di Penna. Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, è immerso in un contesto di particolare pregio, costituito dal Parco naturale del Sasso Simone e Simoncello. L’intero paese è testimone della poesia e della bellezza. Qui visse Tonino Guerra, poeta, scrittore e sceneggiatore, che ha trasformato la cittadina in un museo a cielo aperto con le sue sette creazioni chiamate i luoghi dell’Anima: “l’Orto dei Frutti Dimenticati”, “la Strada delle Meridiane”, “il rifugio delle Madonna abbandonate”, “il Santuario dei pensieri”, “l’Angelo coi Baffi”, “il Giardino Pietrificato (ai piedi della Torre di Bascio)”, “la Madonna del rettangolo di neve”. Camminando per le stradine del paese, incontrerete le tracce dello splendore medievale lasciato dalle signorie dei Montefeltro e dei Malatesta che qui nacquero prima di trasferirsi ad Urbino e a Rimini e se siete fortunati, potrete incontrare anche il Dalai Lama che nelle sue visite in Italia, non manca mai di fare tappa a Pennabilli dove, nel 1994 ha piantato un gelso che potretet vedere all’interno dell’”Orto dei frutti dimenticati” e  nel 2005 ha donato al paese la “campana di Lhasa”: una campana a tre mulini di preghiera tibetani che troverete sulla cime del Roccione. 

DA NON PERDERE: – il Duomo di San Pio V – Eremo della Madonna del Faggio – Il lago di Soanne – La Torre cilindrica a Maciano– Materureka il museo del calcolo – Al Campana di Lhasa – DOVE MANGIARE: Il Piastrino – Al Bel Fico – Ristorante Lago Verde – Ristorante del pescatore – DOVE DORMIRE : Hotel Duca del Montefeltro – Hotel Lago Verde – Hotel al Parco

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.