Il grande alpinista Ermanno Salvaterra è il protagonista dell’ultimo appuntamento di “Natura magica in poltrona”, giovedì 4 aprile alle 20.45 presso il Teatro Comunale “Elisabetta Turroni” di Sogliano, a conclusione di questa rassegna che ha proposto sei serate di film e incontri su varie tematiche legate all’incontro con la natura, il rispetto dell’ambiente, l’esplorazione della montagna.

Salvaterra è stato ed è un grande protagonista dell’alpinismo contemporaneo: in ogni parte del mondo è conosciuto come “l’uomo del Torre”, cioè del Cerro Torre, una magnifica cima di oltre tremila metri, che svetta al centro della lontana Patagonia, il sogno di sempre per Ermanno che, nato a Pinzolo e vissuto fin da piccolo in un rifugio ad alta quota, il “XII Apostoli”, ha avuto come campo giochi le cime del Brenta. Salvaterra il Torre l’ha salito a ripetizione, a partire dal 1982, anche in invernale e aprendo nuove vie, in tutto ha al suo attivo oltre 28 spedizioni alpinistiche in Patagonia oltre a scalate in Himalaya, Alaska, Terra di Baffin.

Un asso, non solo di imprese, ma anche di umanità: sempre in splendida forma, guida alpina, maestro di sci con una predilezione per i bambini: ama insegnare “a basso livello”, dice lui, che in precedenza si è anche tolto lo sfizio di dedicarsi alla velocità, al chilometro lanciato di cui per alcuni anni ha detenuto il record italiano, fissato nel 1988 a 211.640 km/h!

Nel corso di questi anni ha girato 15 filmati, dapprima in 16 mm e poi in video, che ha presentato in tutto il mondo vincendo premi a vari festival: alcuni li vedremo nel corso della serata. Partecipano alla serata Ilario Sirri, attore e Pepe Medri, musicista, che leggeranno e commenteranno le parole e le immagini dell’alpinista.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.