L’agricoltura è un bene comune, per chi vi opera, per i consumatori, ma anche per l’ambiente che in Emilia-Romagna, regione a forte vocazione agricola, vede gran parte del proprio territorio impegnato da diverse tipologie di colture. Se da tempo si cercano soluzioni a basso impatto ambientale, è nel cuore della Romagna, e precisamente nella Repubblica di San Marino, che ha sede Bioagrotech srl, azienda specializzata nella produzione e commercializzazione di fertilizzanti e trattamenti organici. Si tratta della prima realtà a distribuire la zeolite cubana nel mercato italiano, forte dell’esperienza diretta svolta in diversi Centri di Saggio in tutta Italia.

La Zeolite Cubana è una roccia sedimentaria di origine vulcanica formatasi milioni di anni fa dall’incontro della lava incandescente con l’acqua di mare.

Lava zeolite

In natura esistono numerose varietà di zeolite, ognuna diversa dalle altre, ma quella distribuita da Bioagrotech è particolarmente pura, costituita da clinoptilolite-heulandite al 67,5% e mordenite al 32,5%. Le caratteristiche molecolari di questa roccia, opportunamente micronizzata, la rendono il prodotto ideale per l’agricoltura biologica, poiché è in grado di abbassare i residui di antiparassitari e può essere utilizzata in associazione a tutti i prodotti fitosanitari senza alcun effetto fitotossico. 

A spiegare questa scelta è il dottor Giuseppe Perrotta: “Promuovere le migliori pratiche per il progresso dell’agricoltura biologica e sostenibile e favorire l’attività degli agricoltori in ogni tipo di coltura è l’impegno di Bioagrotech, adottando soluzioni calibrate sulle specifiche esigenze regionali di tutti i protagonisti del settore primario. Accogliamo tutte le moderne sfide dell’agrobusiness, nell’ottica di una sempre maggiore attenzione all’ambiente e alla tutela della biodiversità”.

La Zeolite Cubana è un prodotto completamente ecologico e naturale per trattamenti su colture orticole, granaglie, alberi da frutto e piante ornamentali. Si applica come un normale trattamento fogliare e sono tantissimi gli effetti positivi di questo corroborante naturale il cui utilizzo è consentito nell’agricoltura biologica in Italia. Fortifica le difese naturali delle piante. È in grado di assorbire l’acqua residua sulla superficie, riducendo così la possibilità di proliferazione di organismi potenzialmente dannosi. Aiuta la cicatrizzazione delle ferite dovute alle intemperie, agli animali o all’attività dell’uomo. Protegge le piante da forti escursioni termiche. Funziona anche come barriera contro alcune tipologie di funghi e insetti. 

A confermare il valore della zeolite cubana è Giuseppe Perrotta: “La moderna agricoltura ha l’obiettivo di non impoverire il terreno; anzi, con l’utilizzo della  Zeolite Cubana ,possiamo ridurre le concimazioni minerali a vantaggio di quelle organiche, e ridurre gli eccessivi trattamenti con agrofarmaci, (Risultati ottenuti dopo anni di prove con i centri di saggio in Italia). Si punta a un potenziamento naturale del sistema immunitario e di difesa attiva e passiva delle piante, permettendo così la riduzione del consumo di fitofarmaci e, di conseguenza, la diminuzione del rischio della loro presenza residuale sui raccolti alla fine della produzione”. 

Grazie al costante lavoro di ricerca, Bioagrotech punta a un’agricoltura più sana e anche la creazione di una base scientifica, consultabile sul proprio sito (http://bioagrotech.com), a favore del biologico, del rispetto ambientale e della frizione di prodotti più salubri. 

Matteo Barboni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.