Accuse assurde e l’ex Cda di Asset Banca interviene: “A proposito del fantomatico “Re Nero”, il rappresentante legale di Adesso.sm sarà tenuto a fornire le prove di quello che afferma visto che non esiste alcuna registrazione dove Stefano Ercolani si definisce “Re Nero”, come loro sostengono in un comunicato stampa. In realtà esiste solamente una trascrizione fatta autonomamente da un poliziotto e la cui esattezza non è assolutamente verificabile non esistendo agli atti alcuna registrazione audio. Piuttosto il tribunale di Forlì ci dovrebbe spiegare perché le registrazioni delle telefonate non sono state salvate come da prassi e dove, quando e chi ha cancellato tutti i file audio dal server che li aveva registrati. Che prima ci spieghino tutto questo e anche bene! Fino ad oggi ad ogni richiesta documentale su questo aspetto i forlivesi ci hanno risposto “niet”. Se Adesso.sm invece ha elementi per confermare l’esistenza certa dell’audio della frase “Sono il re del nero” che li mostri, anzi li invitiamo a depositarli presso la procura di Forlì. Altrimenti siamo solo di fronte alla ennesima diffamazione gratuita tipica di chi non ha argomenti. Ad oggi infatti nessuna delle loro accuse ad Asset Banca e al vecchio è supportata da documenti. Che li mostrino se li hanno! I correntisti e i soci hanno invitato quelli della maggioranza diverse volte per confrontarsi. Perché non è mai venuto nessuno? Perché da Banca centrale non ci hanno mai voluto ascoltare? E’ democrazia questa? E’ rispettoso tutto questo verso cittadini sammarinesi e verso gli investitori stranieri? Benissimo allora il passaggio in Cassa. Voi dite che c’è la liquidità? Allora accelerate il passaggio in Cassa e date finalmente i propri soldi ai correntisti di Asset! Basta parole, servono i fatti e una data certa di quando finalmente i conti saranno sbloccati”.

L’ex Cda di Asset Banca

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.