Condannati per la morte di Alessandro Pepe. E’ stata emessa questa mattina la sentenza del processo per il decesso del 43enne riminese avvenuto il 18 giugno del 2017 per un incidente durante la gara di Rally Rose’n Bowl  a San Marino. Imputati Mauro Zambelli e Sergio Toccaceli: rispettivamente Direttore di gara e Presidente della Scuderia San Marino

Il Commissario della Legge Roberto Battaglino ha accolto le tesi delle parti civili e del Procuratore del Fisco Roberto Cesarini e ha condannato per omicidio colposo a sette mesi di prigionia, con la condizionale, i responsabili della sicurezza dell’evento: Mauro Zambelli, direttore di gara, e il presidente della scuderia San Marino, Sergio Toccaceli. Dovranno corrispondere anche un risarcimento del danno, in attesa del quale è stata disposta una provvisionale di trentamila euro alla vedova e ai genitori del pilota. Secondo i magistrati sammarinesi, i condannati avrebbero dovuto far posizionare delle rotoballe di protezione in quel punto del percorso. E’ stato annunciato il ricorso in appello. Pepe, a bordo di una A112 Abarth, si schiantò contro il muretto di un’abitazione morendo poche ore dopo in ospedale.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.