Si resta basiti circa la volontà del governo di tirare comunque dritto e non ascoltare nessuno. Un atteggiamento che in futuri procedimenti di risarcimento danni – ma anche in ambito penale – potrebbe pesare e non poco. Senza contare che sugli stessi commissari Venturini e Sommella pesa e potrebbe pesare un atto degli azionisti di Asset Banca datato 1 giugno 2017. In quella data gli azionisti di Asset apprendono dalla stampa sammarinese la prospettiva di cessazione in blocco dei rapporti di Asset Banca in favore di Cassa di Risparmio. Gli stessi dunque trasmettono una lettera a BCSM alla Procedura di Asset e a Carisp con la quale preannunciano l’imminente deposito di ricorso avverso il provvedimento di Amministrazione Straordinaria di BCSM del 12 aprile, diffidando i destinatari dal porre in essere qualsiasi atto che possa determinare effetti irreversibili per Asset Banca. Anche oggi si attende analogo pronunciamento del Tribunale amministrativo, questa volta sulla liquidazione coatta amministrativa. Cosa accadrebbe qualora – ancora una volta – il Tribunale dovesse dare ragione ad Asset Banca? Alla luce di tale diffida e soppesando l’intera situazione, forse varrebbe la pena di sedersi a un tavolo e aprire finalmente al dialogo.

Stefano Ercolani, azionista Asset Banca

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.