I ministri delle finanze dell’Unione europea hanno stralciato dalla lista grigia dei paradisi fiscali altri due Stati: Andorra e San Marino.

La Svizzera invece continua a figurare sull’elenco, dal quale nel mese di ottobre erano stati depennati il Perù e il Liechtenstein. Secondo l’Ecofin questi due Stati avevano effettuato le riforme necessarie e dato seguito a tutti gli impegni di cooperazione fiscale concordati con l’UE, al termine di un periodo di monitoraggio iniziato nel mese di dicembre del 2017.

La Ue aveva creato due liste di paradisi fiscali: una nera e una grigia. Sulla lista nera erano stati inseriti 47 Stati cosiddetti non cooperativi, sulla quella grigia 45 Paesi. Questi ultimi si sono formalmente impegnati ad eliminar le loro pratiche fiscali non in linea con quelle dell’Unione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.