Terminata la trepidante attesa per l’uscita ufficiale dei calendari di Serie C avvenuta il 25 Luglio, consultabili sul sito della Gazzetta dello Sport, Cesena e Ravenna si preparano ad affrontare il prossimo campionato di Lega Pro 2019-2020 che vedrà impegnato il Cesena a Carpi, il 25 Agosto ed il Ravenna a Fermo lo stesso giorno per i rispettivi esordi in campionato. L’entusiasmo che si respira in Romagna è palpabile e la rinnovata fiducia nelle due società, finalmente solide e lontane dai “fallimenti” passati, ha creato un movimento che sembra riportare ai fasti che le due compagini hanno vissuto negli anni ‘90.

Obiettivi per la stagione alle porte

Il Ravenna, per voce del proprio DS Sabbatini, non si nasconde dietro un dito e pone come principale obiettivo della stagione una salvezza serena e almeno altri due acquisti che riguardano i reparti di attacco e centrocampo. Aggiunge poi, come ci racconta in quest’intervista su TeleRomagna24, che se a Febbraio i giallorossi dovessero trovarsi già in acque tranquille, nulla vieta di sognare obiettivi più nobili e di concorrere per un’eventuale promozione in B, anche se la casa delle scommesse sportive online Betfair non la vede fra le rose favorite al “salto” di categoria.

Per il Cesena, il campionato 2019/2020 è pieno di sfide, alcune già raggiunte, altre su cui lavorare duramente. Annunciato il ritorno del tanto amato Cavalluccio marino e la creazione del nuovo portone dello Stadio Orogel Stadium-Dino Manuzzi, il Cesena ha anche presentato con orgoglio l’Accademia Calcio Cesena. Tale accademia, nasce con l’intento di fornire futuri calciatori per la prima squadra.

La situazione delle due squadre

Il Ravenna approda al secondo turno di Coppa Italia, dopo aver battuto in casa al Benelli la Sanremese per 1-0 con rete di Raffini, come ci racconta DataSport. Nessun proclamo da parte della squadra giallorossa, ma una lucida analisi del DS Sabbadini, che si dice soddisfatto dell’attuale stato della rosa ravennate, nonostante per sua ammissione, manchino ancora una seconda punta ed un centrocampista centrale per completare l’organico a disposizione di Mister Foschi. Il Cesena, dopo aver festeggiato il ritorno dello storico simbolo del “cavalluccio” per un altro anno, si prepara ad affrontare il turno di Coppa Italia contro la Vis Pesaro. Sarà, questa, anche l’occasione per presentare la nuova maglia ufficiale che accompagnerà il Cesena per tutto il campionato. La squadra del presidente Augusto Patrignani, arriva all’appuntamento di domenica abbastanza fiduciosa, dopo aver dimostrato il suo valore nel test contro la Spal, perso per 2- 3. La nota positiva per Mister Modesto è che le due categorie di differenza non si sono viste per più di un’ora, poi, l’esperienza e la qualità della compagine di Ferrara hanno avuto la meglio sull’organizzazione del Cesena.

Per entrambe le compagini romagnole il principale obiettivo stagionale dichiarato è quello di mantenere la categoria, mentre a livello societario, continuare con la gestione trasparente e “sostenibile” che ha ridato serenità e continuità a questi colori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.