L’Arpae Emilia-Romagna ha prorogato l’allerta per l’ondata di calore, prevedendo per il territorio dell’Emilia-Romagna condizioni di forte disagio per le giornate di oggi, lunedì 12 agosto e domani, martedì 13 agosto.

La Provincia di Forlì-Cesena fra le più calde

Secondo IlMeteo.it il grande caldo africano avvolgerà ancora tutta l’Italia con temperature prossime ai 40°C come nelle aree interne della Sardegna, della Puglia e fino a 42°C. Clima bollente altresì sul resto del Paese. Al sud spiccheranno i 38°C di Benevento e di Bari. Sul resto del Centro termometri fino a 37°-38°C a Roma e Firenze e salendo verso Nord su gran parte dell’Emilia come a Bologna, Ferrara, Forlì e Cesena sotto l’afflusso bollente dei venti di Garbino. Ma a creare un ulteriore disagio, ci penserà l’elevato tasso di umidità che non si limiterà solo a rendere il caldo diurno davvero insopportabile, ma contribuirà a trasformare anche la notte in una sorta di frangente tropicale.

Per la giornata di oggi nell’area urbana di Forlì-Cesena è previsto un forte disagio bioclimatico. L’indice di Thom* medio sarà pari a 26, ieri invece è stato registrato un valore di 25. Per domani, martedì 13 agosto, è prevista una lieve diminuzione dell’indice di Thom medio che sarà pari a 25; si manterranno quindi, seppure attenuate, condizioni bioclimatiche di disagio.

Un netto miglioramento è atteso per la giornata di mercoledì 14 agosto. In riferimento alle aree di pianura poi sempre in riferimento ad oggi sono previste condizioni di disagio bioclimatico. Anche in questo caso l’indice di Thom medio sarà pari a 25. Per domani è prevista una lieve diminuzione dell’indice di Thom medio che sarà pari a 24, con il conseguente instaurarsi di condizioni bioclimatiche di debole disagio. Per mercoledì non sono invece previste condizioni di disagio.

Si registra un debole disagio bioclimatico anche per le zone di collina dove l’indice di Thom medio oggi si attesterà intorno a 24. Per domani è previsto il perdurare di condizioni bioclimatiche di debole disagio (Thom medio pari a 24). Anche in questo caso la situazione migliorerà mercoledì. In riferimento alla montagna oggi è previsto un debole disagio bioclimatico. L’indice di Thom medio sarà pari a 24, ieri è stato osservato un valore di 22. Per domani è prevista una diminuzione dell’indice di Thom medio che assumerà valori pari a 21. Non sono previste condizioni bioclimatiche di disagio né per la giornata di domani, né per quella di mercoledì

Gli effetti sanitari del disagio potrebbero essere aggravati da eventuali concentrazioni elevate di ozono. Si suggerisce dunque di consultare il sito sulla qualità dell’aria per una verifica delle concentrazioni previste. Si consiglia di usare particolari attenzioni per bambini piccoli, anziani con malattie croniche e le persone non autosufficienti. Aggiornamenti sulle previsioni per i prossimi giorni sono disponibili sul sito di Arpae – “Rischio calore”.

Per i giorni in cui sono previste temperature elevate si consiglia di seguire queste semplici norme di comportamento: non uscire nelle ore più calde, dalle 12 alle 18, soprattutto ad anziani, bambini molto piccoli, persone non autosufficienti o convalescenti; in casa, proteggersi dal calore del sole con tende o persiane e mantenere il climatizzatore a 25-27 gradi. Se usate un ventilatore non indirizzatelo direttamente sul corpo; bere e mangiare molta frutta ed evitare bevande alcoliche e caffeina. In generale, consumare pasti leggeri; indossare abiti e cappelli leggeri e di colore chiaro all’aperto evitando le fibre sintetiche. Se è con voi una persona in casa malata, fate attenzione che non sia troppo coperta.

*SI PRECISA CHE l’indice di Thom descrive le condizioni di disagio fisiologico causate dal caldo-umido e può usarsi in un intervallo di temperature comprese tra 21°C e 47°C. Oltre questo range l’indice attribuisce sempre e comunque “benessere” per valori di temperatura inferiori a 21°C e 2stato di emergenza medica” per temperature superiori a 47°C, a prescindere dal valore dell’umidità relativa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.