In occasione del cinquecentesimo anno dalla morte di Leonardo da Vinci (Vinci 1452 – Amboise 1519), il Museo di Villa Silvia Carducci espone una riproduzione del tamburo meccanico da guerra, una delle più celebri invenzioni tra le macchine da guerra del genio vinciano.

Il Museo Musicalia di Villa Silvia Carducci

Si potrà ammirare il tamburo tutti i sabati e domeniche dell’anno in corso, tramite visite guidate in programma dalle 16 alle 19. Entrando in una tenda da guerra del Cinquecento, i visitatori si immergeranno in un’ambientazione dal gusto medievaleggiante, per vedere (e ascoltare) la riproduzione del tamburo ed anche una copia del disegno costruttivo, il cui originale è contenuto nel Codice Atlantico, custodito alla Biblioteca Ambrosiana di Milano.

Durante le visite guidate, il tamburo verrà azionato per poterne ascoltare il suono originario. Leonardo Da Vinci inventò il tamburo per dare ritmo e carica all’esercito durante le marce militari, sostituendo il ruolo dei tamburini, altrimenti destinati a morte certa: questi ultimi, intenti a suonare e disarmati, non avrebbero potuto fare nulla per evitare gli attacchi dell’esercito nemico in arrivo.

btr

Il meccanismo alla base di questa geniale invenzione, è il sistema del cilindro chiodato, in cui ogni chiodo corrisponde ad una nota, nonché meccanismo base della musica meccanica e del carillon, che avranno enorme diffusione nei secoli a seguire. Il Tamburo è stato realizzato da AMMI (Associazione Musica Meccanica Italiana) nel 2009, la quale si è avvalsa dell’esperienza e della maestria di Mauro Carpiceci, esperto di macchine e pubblicazioni leonardesche. Si tratta di uno dei pochissimi modelli di macchine leonardesche riprodotte in scala naturale e funzionanti, la cui costruzione ha impegnato una decina di artigiani e due interi anni di lavoro. Il Tamburo meccanico è stato inaugurato alla presenza del critico d’arte Philippe Daverio, ricevendo apprezzamenti anche da parte di Vittorio Sgarbi. Tuttora viene utilizzato in occasione di eventi in diverse zone d’Italia, come al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” di Milano e in occasione di rievocazioni storiche.

Il Museo Musicalia di Villa Silvia Carducci

Il Museo Musicalia di Villa Silvia Carducci è Museo Nazionale di strumenti musicali meccanici, strumenti in grado di suonare automaticamente che ebbero enorme diffusione nei secoli scorsi. Gli strumenti esposti al Museo, alcuni dei quali unici al mondo, furono costruiti dalla metà del Settecento ai primi del Novecento: proprio per la loro importanza storica sono patrimonio nazionale e non potranno mai essere ceduti, né andare all’estero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.