Una brutta sconfitta interna. Una sconfitta che fa male. Una sconfitta che brucia. Non comincia nel migliore dei modi la nuova (ed ambiziosa) avventura del Cesena in quell’inferno ‘chiamato’ Serie C.

SOTTO LA CURVA MARE – La giornata è calda, afosa. Il richiamo delle spiagge di Cesenatico (o Pinarella) è ancora alto. Però il colpo d’occhio che regala il Manuzzi per questo vernissage stagionale, è già soddisfacente. Subito due robuste novità: in porta va il figlio d’arte (del ‘Pres’) Lewis e non Minelli, davanti largo ai gemelli Sphendi (l’attesissimo Ferrante si accomoda inizialmente in panca). Ventidue minuti di schermaglie e poi il Cavalluccio passa. Meritamente. Proprio grazie al classe 2003 Stiven Shpendi, abile a gelare da pochi passi – dopo una gran azione a cui hanno partecipato il fratello Cristian e l’ottimo Saber – l’ex Satalino. Proprio sotto la Curva Mare.

ERRORI SOTTOPORTA – La gara non è qualitativamente indimenticabile. Ma nel catino dell’ex Fiorita non ci si annoia di certo: la Carrarese (a parte D’Auria) non ha grandi individualità, ma ai toscani la grinta non manca di certo. Meglio comunque il Cesena, che ad inizio ripresa si mangia clamorosamente il raddoppio con l’altro Sphendi (Cristian si divora un rigore…in movimento). Vanno vicino al 2-0 anche Coccolo e (ancora) Cristian Sphendi, ma gli ospiti rimangono a galla. E a sorpresa, al 72’, riescono a pareggiare i conti con Giannetti. Il Cavalluccio è scosso. Stordito. E, anziché reagire, le busca di nuovo. All’80. Da Bozhanaj. Il Manuzzi si incupisce di colpo. Poi si riaccende per l’assalto finale. Ma (anche) nei sei minuti di recupero non succede nulla. Un brutto start, per questo Cesena volenteroso ma assolutamente impreciso in zona gol. C’è da risolvere anche qualche problema a livello difensivo e a livello di tenuta atletica (che calo nell’ultima mezz’ora!). Ma siamo solo all’inizio di lungo percorso.

Flavio Bertozzi

 

CESENA-CARRARESE 1-2

CESENA (3-5-2): Lewis; Ciofi, Prestia (30′ st Kontek), Coccolo; Zecca, Bianchi, Saber (20′ st Chiarello), De Rose, Calderoni; S. Shpendi (30′ st Ferrante), C. Shpendi (20′ st Udoh). A disp.: Minelli, Pollini, Mercadante, Bumbu, Celiento, Adamo, Francesconi. All.: Toscano

CARRARESE (3-4-3): Satalino; D’Ambrosio, Marino, Imperiale; Mercati (42’ st Schiavi), Cerretelli (16′ st Energe), Della Latta, Coccia; Andreoli (16′ st Cicconi), Giannetti (42’ st Samele), D’Auria (16′ st Bozhanaj). A disp.: Gatti, Folino, Pasciuti, Capello, Frey. All.: Dal Canto

ARBITRO: Bordin di Bassano del Grappa.

RETI: 22′ pt Shpendi S. (Ces), 27′ st Giannetti (Car), 35′ st Bozhanaj (Car).

”Conad”/
Previous articleIl fratello Sergio Resinovich: “La perizia su Liliana è una verità di plastica”
Next articleRimini, ragazzo di 21 anni ucciso dal treno mentre torna in hotel

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.