Brutto. Bruttissimo. A tratti pure da film horror. Ma – incredibile ma vero – vincente. Un Cesena triste e paciugone vince di misura a Viterbo grazie a un gol del redivivo Caturano (ma allora il Capitano è vivo?!) e si rilancia in classifica. Quattro giornate di campionato: due vittorie esterne e altrettanti pareggi interni. Il gioco latita ancora, in casa bianconera. Le ‘vere’ emozioni pure. Ma nel calcio contano i risultati. E così, mister Viali, può essere sicuramente soddisfatto per questo sorprendente 2° posto in condominio dietro al Pescara.
SBADIGLI E VOMITO – Primo tempo a dir poco soporifero, nel catino del Rocchi. Da sbadigli. Nella prima frazione di gioco, tra il piattume generale, da segnalare c’è solo una conclusione alle stelle di Murilo al 5′ (e Nardi ringrazia di cuore…) e un bell’intervento di Bisogno al 17′ su un diagonale di Bortolussi. Poi il nulla cosmico intervallato (anche) da errori pacchiani – su entrambi i fronti – e copiosi conati di vomito.
LA MUMMIA È…VIVA – Nella prima mezz’ora della ripresa si vede qualcosina di più (e ci voleva poco…). Ma solo grazie alla Viterbese. Che prova a cercare il gol al 55′ (Nardi è reattivo su Calcagni), al 61′ (epico recupero del buon Yabre su contropiede di Capanni) e al 74′ (ancora Nardi – il migliore in assoluto tra i suoi – su Murilo). Poi al 76′, la Mummia Caturano, si ricorda di essere viva e con un sinistro preciso capitalizza al meglio un bell’assist di Bortolussi. E’ il gol che vale i 3 punti. Praticamente non succede più niente sino alla fine. Meglio così. Il caro ‘vecchio’ Sasà è tornato. Si è sbloccato. E adesso…
Flavio Bertozzi
VITERBESE-CESENA 0-1
VITERBESE: Bisogno 6; Marenco 6 (39′ st Errico sv), D’Ambrosio 5,5, Van Der Velden 6; Pavlev 5,5, Calcagni 6,5, Megelaitis 6 (20′ st Foglia 5,5), Urso 6; Volpicelli 6,5 (20′ st Simonelli 5,5), Murilo 6; Capanni 6 (39′ st Tassi sv). A disp.: Daga, Fracassini, Ricchi, Alberico, Adopo, D’Uffizi, Zanon. All.: Dal Canto 5,5.
CESENA: Nardi 7; Steffè 6, Ciofi 6,5, Mulè 5,5, Yabre 6,5 (38′ st Pogliano sv); Ilari 5,5 (28′ st Berti 6), Rigoni 5,5 (13′ st Pierini 6), Ardizzone 5; Zecca 5 (28′ st Nannelli sv), Caturano 6 (38′ st Munari sv), Bortolussi 6,5. A disp.: Fabbri, Benedettini, Pogliano, Lepri, Munari, Brambilla, C. Shpendi, Tonin. All.: Viali 6.
ARBITRO: Pascarella di Nocera Inferiore 6,5.
RETI: 36′ st Caturano (C).
Previous articleEnea “The Beast” Bastianini sale oggi sul podio della Motogp per la prima volta, proprio nel Gran Premio di casa!
Next article“Sono un po’ infastidito”, il romanzo di Filippo Cesari sarà presentato a Rimini

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.