Seguito a distanza dalla Polizia, un 20enne è stato pedinato dalla stazione ferroviaria di Cesena fin dentro ai vagoni. Arrivato a Forlimpopoli è sceso e ha proseguito a piedi. L’inseguoimento è continuato con due pattuglie civetta fino a quando il giovane non è entrato in un’abitazione del centro e qui è scattato il controllo. Nel corso del controllo il giovane ha dichiarato che all’interno dell’appartamento era arrivato per procurarsi cannabis. Ha poi spiegato che a quell’indirizzo gli agenti avrebbero trovato un altro ragazzo il quale era in possesso di un ingente quantitativo di sostanza stupefacente. Subito è scattato il blitz. All’interno c’era un 22enne che aveva  535 grammi di cannabis accuratamente occultata tra alcuni vasi di fiori.

Anche quest’ultimo a seguito di precise contestazioni mosse dal personale della Polizia di Stato, ha riferito che la sostanza stupefacente a lui rinvenuta gli era stata consegnata nel pomeriggio odierno da un amico 25enne.

Gli investigatori sono riusciti a rintracciarlo in tarda serata sul luogo di lavoro e precisamente in un noto ristorante. Analoga attività di perquisizione è stata svolta anche in località Forlimpopoli, dimora del terzo fermato dove sono state rinvenute  all’interno del garage due grosse confezioni di stupefacente del tipo marijuana aventi un peso complessivo di 1072,46 grammi.

Entrambi sono stati arrestati e giudicati con il rito direttissimo. Il Gip ha convalidato gli arresti ed i sequestri, disponendo, a loro carico, la misura degli arresti domiciliari.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.