Jazz, swing, folk, classica, eventi unici, progetti speciali e un occhio rivolto alle collaborazioni Inter regionali: molto più di un Festival musicale, un itinerario artistico – culturale, tra i borghi, le piazze, le rocche, auditorium a cielo aperto delle Terre del Rubicone,tra musica e balli e la bellezza della Romagna più vera. E per il primo anno le Borse di studio Borgo Sonoro!

Ritorna la magia di Borgo Sonoro, il festival musicale della bellezza, della cura e dello sviluppo di uno spicchio di Romagna dal fascino incontaminato. Il festival itinerante delle Terre del Rubicone in provincia di Forlì Cesena arriva alla sua 19° edizione e dal 25 luglio al 24 agosto 2019 proporrà, in 7 comuni, 13 concerti in 12 luoghi del cuore, tra i più belli di uno spicchio di Romagna che trasuda poesia: piazze, castelli, rocche, auditorium a cielo aperto sono le location privilegiate del festival musicale Borgo Sonoro.
Musica di qualità in ambienti insoliti, ma anche aggregazione tra le persone, scoperta dei luoghi e difesa delle tradizioni, senza dimenticare l’enogastronomia locale. Infatti, a ogni data sarà possibile degustare i vini di cantine selezionate e la tradizionale cucina romagnola a cura delle pro loco o dei comitati.

Filippo Gambetta

Un grande evento che copre 4 settimane che caratterizza l’estate del territorio delle Terre del Rubicone uno tra i primi progetti in rete che ancora oggi viene preso come esempio virtuoso. I generi musicali sono consoni con i luoghi che ospitano il borgo: jazz, swing, folk e qualche incursione nella musica classica con un’attenzione ai giovani musicisti ai quali quest’anno saranno assegnate anche numerose borse di studio. La prima borsa di studio Borgo Sonoro per musicisti di provenienza nazionale, è stata selezionata direttamente dalla direzione del Festival, e conferita al progetto San Marino Accordeon ensemble. Il premio verrà consegnato il 25 luglio – serata inaugurale- a Monteleone al progetto “L’eclettismo della fisarmonica”, evento unico realizzato per Borgo Sonoro 2019. Altre tre borse di studio per giovani musicisti residenti nei territori del festival, verranno assegnate tramite un bando i vincitori avranno anche l’opportunità di suonare nell’ultima data del Festival

La direzione artistica è affidata a Valeria Mordenti che oltre alla competenza musicale e progettuale è una grande amante del territorio del Rubicone. Anche per questo Borgo Sonoro ha curato con amore e dedizione il progetto nei minimi particolari. Queste le sue dichiarazioni: “prima di qualsiasi cosa è la passione che mi spinge ad occuparmi di questo importante progetto, avendo conoscenza del territorio, e delle piazze lavoro sui generi consoni al luogo, l’intento è quello di rinnovare ad ogni serata la magia del Borgo con buona musica e convivialità, creando una dimensione dove sentirsi bene, sentirsi a casa e stare bene. Percezione che l’affezionato pubblico di Borgo Sonoro sente e che ci gratifica con la sua numerosa presenza. Quest’anno sono particolarmente orgogliosa perché sono riuscita ad attivare il progetto delle borse di studio alle quali stavo pensando da un paio d’anni in quanto credo molto nel valore e nelle potenzialità dei giovani”.

Amar Corda, photo Jason Bach

Borgo sonoro è un progetto corale di musica, aggregazione e valorizzazione, di amministrazioni che insieme fanno squadra per la valorizzazione del territorio. L’organizzazione anche quest’anno ha riunito 7 amministrazioni comunali, 11 associazioni dedite all’accoglienza e 12 cantine vinicole per le degustazioni, calendarizzato i laboratori didattici di costruzione di oggetti musicali con materiale di riciclo e come ogni anno allestirà le bellissime mostre a cielo aperto con le tele disegnate a mano della Stamperia Pascucci.

Per il primo anno Borgo Sonoro si mette in rete con MusicaStrada Festival in Toscana per il concerto degli Agua Madera del 6 agosto a Sorrivoli, gruppo argentino in tour per la prima volta in Italia. Questo, assicura la Direzione artistica, sarà solo l’inizio di proficue collaborazioni che oltre a dare linfa nuova sarà anche stimolo per progetti turistici all’insegna della bellezza e della buona musica. Ogni anno l’immagine guida di Borgo Sonoro è affidata a un’opera di Ilario Fioravanti e quest’anno è la volta di “Giocoliere con il fuoco”, terracotta policroma del 2002.

La rassegna si svolge nei comuni di Roncofreddo (comune capofila) Borghi, Longiano, Mercato Saraceno, Montiano, Savignano sul Rubicone, Sogliano al Rubicone. La rassegna è sostenuta dalla Regione Emilia Romagna attraverso il patrocinio e con il contributo previsto dalla Legge regionale 37 a sostegno delle rassegne culturali e artistiche.

Questo in breve tutto l’inteso programma:

Agua Madera

Giovedì 25 luglio, Monteleone Roncofreddo, piazza Byron, inaugurazione con Sergio Scappini e San Marino Accordeon Ensemble “L’eclettismo della fisarmonica”. Evento unico.

Scappini ha riunito 8 giovani interpreti, prossimi musicisti professionisti, in un progetto musicale che mostrerà la versatilità e l’eclettismo della fisarmonica fra tradizione e modernità, tra gioco e virtuosismo. Il concerto spazia dalla musica classica al tango, dalle fantasie sui temi di Walt Disney agli intramontabili Beatles, passando dalla canzone napoletana. Il progetto è stato insignito della prima Borsa di studio Borgo Sonoro per giovani musicisti di provenienza nazionale.

Sabato 27 luglio, San Romano Mercato Saraceno, prato della Chiesa, Amar Corda in concerto: Tosca Zampini voce, Tolga During chitarra, Matteo Zucconi contrabbasso, Riccardo Frisani batteria.
Il gruppo propone un repertorio che spazia dai grandi classici dell’era dello swing italiano, resi famosi nel mondo da artisti come Mina, Carosone, Buscaglione e tanti altri, fino ad arrivare ai giorni nostri, rivisitando brani di autori più contemporanei e composizioni originali.

Martedì 30 luglio, Rontagno Sogliano al Rubicone, piazza del Paese, Maestrale in concerto: Filippo Gambetta organetto diatonico, Sergio Caputo violino, Carmelo Russo chitarra classica.
Tre artisti, accomunati dalla passione per le musiche di tradizione ma anche dalla scrittura di musiche nuove, a esse ispirate, propongono in concerto un repertorio incentrato su melodie sia da ascoltare sia da danzare. . Tra valzer, polche, mazurche, bourrée e scottish, il trio conduce gli ascoltatori (ed anche i ballerini) in una esperienza musicale che si colora di molteplici elementi, tra cui le sonorità della rumba flamenca o delle tradizioni berbere.

Giovedì 1 agosto, Badia Montiano, parco Pubblico, Scaricatori in concerto: Davide Monti chitarra manouche, Andrea Costa violino, Gianluca Chiarucci percussioni.
Dopo il successo a Cesena alla festa di Radio Tre gli scaricatori saranno a Borgo Sonoro con una mescola di ritmi latini e melodie classiche

Sabato 3 agosto, San Lorenzo in Scanno Longiano, prato della Chiesa, Equ “Durante. Canzoni surreali sulla Divina Commedia”.
Uno spettacolo di teatro-canzone, una rilettura surreale della Divina Commedia intercalata da canzoni originali. Un’opera contemporanea e irriverente, commissionata agli EQU dal Ravenna Festival nell’edizione 2018. Il titolo richiama il nome di battesimo di Dante, Durante per l’appunto, in uno spettacolo dove parti recitate e canzoni si fondono magicamente, con risultati surreal-musicali per i quali Graziani e Crociani sono affiancati da sei musicisti versatili, in grado di passare dalla musica classica al jazz e alla canzone d’autore con estrema naturalezza e maestria.

Martedì 6 agosto, Sorrivoli Roncofreddo, piazza Roverella, Aguamadera in concerto: María Cabral voce, cuatro venezuelano, percussioni Marco Grancelli voce, chitarra, cuatro venezuelano. Una serata dedicata alla musica Folk sudamericana di grane classe ed eleganza

Giovedì 8 agosto, Savignano sul Rubicone, piazza del Torricino, Stefano Bedetti 4et “Playng the Music of Horace Silver”: Stefano Bedetti sassofono Rossella Cappadone voce Alfonso Santimone piano Mauro Mussoni basso.
Un omaggio a uno dei pionieri dell’hard bop Horace Silver: questo il fil rouge del progetto, ideato dal sassofonista Stefano Bedetti, di ritorno in Italia dopo una lunga esperienza newyorchese passata a suonare con i più grandi esponenti del jazz. Una personale rilettura dei brani più originali dell’artista, mantenendo le armonizzazioni e sonorità tipiche di quegli anni.

Sabato 10 agosto, Borghi, parco Pasolini, Gek Tessaro “Pinocchio”: Gek Tessaro testi, immagini, Lella Marazzini regia.
Il gioco poetico del disegno dal vivo incrociato alla musica restituisce il viaggio sognante e lirico di una delle più belle fiabe di tutti i tempi. Un percorso emozionante che diventa anche omaggio a Fiorenzo Carpi, autore della colonna sonora dell’indimenticabile Pinocchio di Comencini. Una storia intramontabile alla quale l’irriverente Gek Tessaro si prende la libertà di cambiare il finale.

Giovedì 15 agosto, Monteleone Roncofreddo, piazza Byron, Ensemble Maderna “Tre x due = sei”. Programma: P.I. Tchaikovsky sestetto d’archi op. 70 “Souvenir de Florence”.
Tre coppie giocano tra loro, in deliziosi duetti che esaltano le diverse possibilità timbrico – espressive dei loro strumenti e le abilità virtuosistiche degli esecutori, fino a culminare nel Sestetto d’archi op. 70, conosciuto con il sottotitolo di Souvenir de Florence di Tchaikovsky, un omaggio affettuoso alla città toscana, dove il musicista trascorse un riposante soggiorno nell’inverno del 1890, impegnato nella stesura dell’opera La Dama di Picche.

Sabato 17agosto, Roncofreddo, piazza Allende, Guerzoncellos “The barock side Cellos”: Enrico Guerzoni violoncello Tiziano Guerzoni violoncello.
Una serata indimenticabile: I due violoncellisti nel programma “The baRock side of cellos” sono impegnati in duetti originali che spaziano dal barocco al jazz e al rock, senza dimenticare la musica classica.

Martedì 20 agosto, Monte Petra Sogliano al Rubicone, piazzale del Paese, Morrigan’s Wke in concerto.
Un concerto Da ascoltare e da ballare la musica celtica in tutte le sue espressioni dalla musica bretone a quella irlandese, passando attraverso incursioni nella musica popolare padana per poi approdare in modo più convinto alla musica scozzese.

Giovedì 22 agosto, Longiano, piazza Malatesta, Greta Marcolongo e Tiger Dixie Band “A Walk Through Dixneyland”.
Dall’incontro fra Tiger Dixie Band e la cantante Greta Marcolongo, nasce quello che può essere definito un vero e proprio omaggio alla meravigliosa musica dei cartoni animati Walt Disney. Un viaggio attraverso le splendide pagine musicali del mondo di Disney, dalle melodie più classiche ed estremamente rétro come

Sabato 24 agosto, San Giovanni i Galilea Borghi, piazzale della Rocca, Ànema “Piccolissima serenata Carosone”.
Un simbolo della napoletanità da omaggiare, attraverso la sua musica e la sua passione. Questo promettono gli Ánema con la “Piccola Serenata Carosone”. Una serata in cui gli amanti della voce partenopea potranno apprezzare i suoi brani in una veste nuova.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.