Co-prodotto da Teatro delle Albe/Ravenna Teatro e Accademia Perduta/Romagna Teatri in collaborazione con Ker Thèâtre Mandiaye Ndiaye, Thioro. Un Cappuccetto Rosso senegalese è lo spettacolo con cui proseguono, giovedì 18 luglio alle ore 21.15, gli appuntamenti della rassegna Teatro Ragazzi al Borgo in via Spada a Brisighella.

Thioro, recentemente insignito dell’Eolo Award come “miglior progetto produttivo” e che dopo la data brisighellese sarà ospitato al prestigioso GiffoniFilm Festival, è uno spettacolo nato in Senegal, grazie alla feconda relazione del Teatro delle Albe con la terra di origine di Mandiaye N’Diaye, attore cardine della compagnia con cui le Albe hanno posto le basi del proprio teatro attraversando insieme i canti e i paesaggi d’Africa.

Thioro – artwork Leila Marzocchi

Lo spettacolo – originalissima ideazione del regista Alessandro Argnani, Simone Marzocchi e Laura Radaelli – mette in “corto circuito” la fiaba europea di Cappuccetto Rosso con la tradizione africana e vede in scena e in dialogo Adama Gueye, Fallou Diop (attori e musicisti) e Simone Marzocchi (compositore e trombettista).

Thioro – ph Gianluca Camporesi

Thioro evoca soltanto il popolare racconto della bambina che indossa un cappuccio rosso e che, mentre attraversa il bosco per portare provviste alla nonna, incontra un temibile lupo che la inganna. Infatti, questo viaggio dal ritmo pulsante – grazie all’intreccio di diverse lingue, strumenti e immaginari – porta ogni spettatore alla scoperta non del bosco, ma della Savana, e all’incontro non con il lupo ma con Buky la iena, in un ideale percorso immaginifico e “bruciante” attraverso l’Africa.

Thioro – ph Enrico Fedrigoli

L’origine esatta di Cappuccetto Rosso è a tutt’oggi un’incognita: narrazioni basate o ispirate allo stesso racconto possono trovarsi nel folklore europeo come nella tradizione del Lontano e Medio Oriente e in Africa. Una narrazione tradizionale, estratta dal cuore della letteratura orale europea, che è riuscita senza sforzo e in modo indiscutibile a essere considerata il più famoso racconto popolare di tutti i tempi e che ha rappresentato, e rappresenta ancora, molto più di quello che il lettore (o l’ascoltatore) comune può immaginare. Tecniche utilizzate: teatro d’attore e d’oggetti, musica dal vivo. Ingresso gratuito.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.