Si terrà sabato 25 maggio alle ore 18:00, alla presenza della Sindaca e del Presidente della Fondazione Istituzioni Riunite di Imola la cerimonia di apertura della nuova sede del gruppo folkloristico Canterini e Danzerini Romagnoli “Turibio Baruzzi”, sita a Imola all’interno del Complesso dell’Annunziata in Via F.lli Bandiera 19.

L’inaugurazione, con cerimonia ufficiale di taglio del nastro e benedizione, viene organizzata in collaborazione con il Comune di Imola e la Fondazione Istituzioni Riunite di Imola che hanno reso possibile il raggiungimento di un obiettivo tanto desiderato dallo sodalizio imolese, in attività ininterrotta dal 1927.

Con questa celebrazione quindi i Canterini e Danzerini imolesi intendono rivolgere un grande ringraziamento e infinita riconoscenza alle istituzioni che si sono impegnate a dare continuità e futuro alla loro attività mettendogli a disposizione questa sede operativa e in particolare al Consiglio di Amministrazione delle Istituzioni Riunite di Imola che ha aderito con entusiasmo, passione e risorse economiche alla realizzazione del progetto. Presenzierà alla inaugurazione la Dott. Maria Orsola Baruzzi, figlia dell’illustre Maestro della compagine dei Canterini imolesi “Turibio Baruzzi” a cui è intitolato il gruppo.

Ci sarà anche un successivo momento collettivo di incontro con il pubblico e un breve spettacolo, che si terrà nel Verziere delle Monache, al quale parteciperanno i canterini e danzerini del gruppo imolese nonché una rappresentanza di alunni della scuola Pedagna, che daranno un saggio di cante e danze romagnole. Sarà anche l’occasione per brindare insieme con le autorità istituzionali, gli associati, gli amici, i collaboratori e i simpatizzanti del gruppo e per fare conoscere a tutti i nuovi locali.

Breve storia del gruppo

Il Sodalizio imolese si è conquistato in tutti questi anni un proprio spazio nella storia della vita della città di Imola per aver sostenuto e valorizzato le tradizioni locali, per aver interpretato la Romagna nel dialetto, nei costumi e nelle espressioni popolari a tutela di un patrimonio di scienza e di cultura lasciati da chi ci ha preceduto. In particolare il gruppo imolese ha rappresentato e rappresenta tutt’ora un modo di essere e di amare la propria terra, l’anima di una città e lo spirito della sua gente.

Fu istituito nel 1927 con l’ausilio del musicista e studioso di etnofonia Francesco Balilla Pratella ma l’idea ed il merito maggiore furono di Pietro Tarabusi e dei dirigenti del Circolo degli Artigiani di Imola, tra cui Nino Zani e Roberto Bassi, che compresero l’importanza dell’iniziativa e si prodigarono generosamente per avviare la nascente corale imolese.

Inizialmente diretta dal M.o Antonio Montanari, i Canterini di Imola si affermarono definitivamente sotto la direzione del Maestro Turibio Baruzzi, uomo colto e compositore in primo piano fra i cultori del nostro canto popolare. Egli divenne l’artefice di una lunga serie di successi riuscendo a plasmare la compagine dei Canterini imolesi così bene da essere considerata dallo stesso Balilla Pratella una delle migliori d’Italia di quell’epoca e continuò a svolgere la sua preziosa opera fino alla sua morte, sopraggiunta nella primavera del 1944. Nel 1946, terminato l’ultimo conflitto mondiale, fu ripresa l’attività con una importante novità: ai Canterini si aggiunsero i suonatori e i danzerini.

E’ così dunque che, con la introduzione del complesso musicale e dei danzerini, l’iniziale corale si trasforma in Gruppo Folkloristico Canterini e danzerini Romagnoli “Turibio Baruzzi” di Imola. Alla direzione del coro si sono avvicendati nel tempo, distinguendosi per impegno e capacità musicali: Marino Manuelli, Giovanni Benini, Antonietta Fanti, Furio Giovannini e Fabrizio Bugani, attuale direttore.

L’organico del Gruppo “Turibio Baruzzi” è composto attualmente da 60 elementi suddivisi in corale, ballerini ed musicisti. Il complesso imolese in tutti questi anni ha partecipato in Italia a numerosi concerti, concorsi e spettacoli ed è stato impegnato in diverse rappresentazioni all’estero, rappresentando più volte l’Italia o la regione Emilia Romagna su designazione della RAI, dell’Enal Nazionale e dell’U.F.I. (Unione Folclorica Italiana).

Riconoscimenti conferiti: nel 2002 – Medaglia d’argento del Presidente della Repubblica in occasione del 75° anniversario della fondazione del sodalizio; nel 2008 – Premio “La Lucerna d’Oro” della Città di Imola per arte cultura e spettacolo; nel 2011 – Riconoscimento “gruppo di interesse comunale”, in occasione del 150 anni dell’Unità d’Italia; nel 2016 – Premio “Grifo di cristallo” per i 90 anni di attività svolta a valorizzare e tutelare il patrimonio storico-culturale della danza folkloristica, del canto corale e della musica popolare e per aver portato nel circondario imolese il folclore del mondo tramite il Festival Internazionale del Folclore.

Il gruppo “Turibio Baruzzi” è stato promotore e artefice, insieme ad altri 11 gruppi folkloristici italiani, della costituzione dell’UNIONE FOLCLORICA ITALIANA (Federazione Nazionale di gruppi folkloristici), avvenuta nel 1984, fin dal 1991, promuove e organizza ogni anno nel Circondario imolese e nel territorio delle province di Bologna e Ravenna il «Festival Internazionale del Folclore», da sempre patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.